La nota

Consiglio comunale: approvata variazione di 1.580.000 euro

edificio monumentale
Palazzo Avitaja © RuvoLive.it
L’assessora alle attività amministrative Maria Antonietta Curci: «Con questo provvedimento mettiamo energia (pulita) nel motore della nostra macchina amministrativa e diamo agli assessorati possibilità di azione»
scrivi un commento 257

Provvedimenti di particolare rilievo quelli approvati ieri, venerdì 29 luglio in Consiglio Comunale. Tra i punti all’ordine del giorno infatti c’erano la presa d’atto del ripiano anticipato del disavanzo derivante dal riaccertamento straordinario dei residui e la salvaguardia degli equilibri di bilancio con assestamento e relativa variazione di bilancio.

«Con il voto sul ripiano anticipato del disavanzo tecnico il Consiglio Comunale – scrivono da Palazzo Avitaja – ha preso formalmente atto di una situazione nota da tempo e già annunciata in fase di approvazione del Rendiconto di Gestione, ovvero di come il gravoso disavanzo di bilancio registrato nel 2015 sia stato ripianato in soli sette anni rispetto ai trenta previsti inizialmente.

Un anticipo che non solo libera l’Amministrazione da un fardello importante per il futuro, ma rende disponibili risorse significative già per il presente.

Gli effetti del ripiano anticipato infatti sono visibili anche sulla manovra di assestamento generale con conseguente variazione di Bilancio e la conseguente variazione di bilancio: la manovra di assestamento mette infatti a disposizione dell’Amministrazione 1.581.000, di questi 1.123.000 sono per la spese correnti mentre 458.000 sono spese di investimento. Le spese di investimento riguardano sostanzialmente le opere pubbliche in particolare con 160.000 euro circa destinati al cimitero, tra azioni di manutenzione e nuove realizzazioni.

Tutte le aree hanno avuto sostegno per soddisfare le proprie necessità. Risorse particolarmente importanti sono state destinate al welfare (386.900 euro), al personale (119.000 euro, anche in previsione dei rinnovi contrattuali), alla promozione di cultura, turismo e sport (123.000) e al sostegno a imprese, agricoltura, commercio e sicurezza (100.000 circa). Prevista anche una somma da dedicare al contenimento dell’emergenza energetica e alla copertura dei rincari delle utenze delle scuole e di tutti gli edifici comunali.

«Questi provvedimenti – ha detto l’assessora alle attività amministrative Maria Antonietta Curci – restituiscono l’immagine di un ente in salute in grado di sostenere i propri progetti e di realizzare i programmi. È stato fondamentale il lavoro degli anni scorsi che ci ha consentito di recuperare risorse importanti, ma tengo a ringraziare lo staff dell’Area 2 Risorse economiche e Bilancio coordinata dalla dottoressa Marzocca per il meticoloso lavoro di ricognizione ed elaborazione. Con questo provvedimento mettiamo energia (pulita) nel motore della nostra macchina amministrativa e diamo agli assessorati possibilità di azione. Una bella notizia per la città».

sabato 30 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti