Riconoscimenti

Premio “America Giovani” a neolaureati. Antonio Visicchio: «Trampolino di lancio verso prestigiosi traguardi»

aula; molte persone
Camera dei deputati: conferimento del premio "America Giovani" © Fondazione Italia-Usa
A cura della Fondazione Italia-Usa. La cerimonia si è svolta lo scorso 3 giugno, alla Camera dei Deputati. I neopremiati entrano a far parte, di diritto, dell'associazione "Alumni", presieduta dal ruvese Antonio Visicchio
scrivi un commento 340
Antonio Visicchio, presidente dell'associazione
Antonio Visicchio, presidente dell'associazione "Alumni" © Fondazione Italia-Usa

Si è svolta lo scorso 3 giugno, alla Camera dei Deputati, la cerimonia per l’attribuzione del Premio “America Giovani”, organizzata dalla Fondazione Italia-Usa che, annualmente e con cadenza periodica, seleziona i 1.000 più talentuosi giovani neolaureati che si siano distinti per un percorso universitario di eccellenza.

I neopremiati entreranno di diritto a far parte dell’Associazione Alumni, nata lo scorso aprile, con l’intento di unire gli allievi ed ex-allievi di ogni età, ambito, posizione e ubicazione all’interno di una comunità a cui tutti possano avere libero accesso e pari considerazione nel nome dei valori fondanti della Fondazione Italia-Usa, ai quali ispirarsi nella vita professionale e dei quali possano essere prestigiosi testimoni e promotori nel mondo.

Fra gli oltre 300 premiati, tanti i pugliesi che si sono distinti: Claudia Ancona (Fasano), Carla Attimonelli (Andria), Federica Cannone (San Giovanni Rotondo), Arianna Colucci (Fasano), Antonio Pio Cursio (San Marco in Lamis), Carmen Della Porta (Grottaglie), Francesca Di Gioia (Bari), Laura Gaudiomonte (Taranto), Caterina Giordano (Bari), Francesco Lorusso (Putignano), Beatrice Mangia (Poggiardo), Mattia Natali (Maglie), Sara Petrosino (Taranto), Francesca Rizzello (Lecce), Valentina Saponaro (Ceglie Messapica), Alessandra Savatti (Conversano), Francesca Sgobba (Noci).

Una presenza cospicua che rimarca l’impegno proficuo con cui i giovani raggiungono i più alti gradi di istruzione. Il presidente dell’associazione Alumni designato dalla Fondazione è l’avv. Antonio Visicchio, anche lui di origini pugliesi (Ruvo di Puglia), che ha voluto rivolgere un accorato auspicio agli oltre 300 giovani premiati.

«Buongiorno a Voi tutti  – ha esordito Visicchio -. Che bello ritrovarsi qui e instaurare dal vivo un contatto che supera la virtualità che in questi mesi ci è stata tristemente imposta. Per me è un onore rappresentare l’Associazione Alumni della Fondazione Italia-USA che ringrazio vivamente per la fiducia accordatami. Gli interlocutori che si sono avvicendati prima di me, mi hanno fornito un commodus discessus per focalizzare meglio questo mio breve intervento. L’associazione Alumni nasce con l’intento di non disperdere ma di unire gli ex-Allievi, di sostenerli e di adoperarsi per loro, perché il conseguimento del Master o la premiazione di oggi siano il trampolino di lancio di un percorso professionale che deve orientarsi sempre a nuovi e più prestigiosi traguardi. Ed è per questo che la Fondazione ha deciso di non lasciarvi soli dopo la conclusione del vostro percorso e di creare a tempo di record l’associazione Alumni, complice l’entusiasmo contagioso del prof. Corrado Daclon. Lo stesso entusiasmo che dovete innescare in Voi perché l’associazione Alumni non sia solo il sito web, lo Statuto o il Gruppo Facebook ovvero orpelli che semmai abbelliscono esteriormente un contenitore privo di contenuti. L’associazione Alumni siete Voi, siamo Noi, e ognuno è chiamato sin d’ora a sentirsi parte di questo esclusivo progetto perché ne diventi testimone nel mondo, perché venga a crearsi una virtuosa sinergia nello scambio di idee e di opinioni che agevoli sia la crescita individuale sia il progresso e il benessere della collettività. E allora suggelliamo qui, nel luogo istituzionale per antonomasia, il Parlamento italiano, questo nostro impegno, questa nostra mission».

martedì 7 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti