Cronaca

Olimpiadi di Matematica, Giulio De Leo del Liceo “O. Tedone” accede alla gara nazionale

La Redazione
Lo studente, frequentante la classe 5^C, è stato medaglia di bronzo nel 2020 alle stesse competizioni. Sarà tra i sei alunni convocati alle gare, appartenenti al Distretto Bari e Bat
scrivi un commento 24

Il Liceo Scientifico e Linguistico "Orazio Tedone" accede alla gara nazionale delle Olimpiadi di Matematica che si terrà a Cesenatico, dal 5 all'8 maggio prossimi. A rappresentare il liceo ruvese sarà Giulio De Leo, frequentante la classe 5^C: già medaglia di bronzo alle stesse competizioni nel 2020, De Leo è tra i sei alunni convocati, appartenenti al Distretto Bari e Bat.

«Le “Olimpiadi della Matematica” – scrivono dal Liceo -, giunte alla trentottesima edizione, rappresentano la più antica e seguita gara di matematica a livello nazionale, inserita dal Miur tra le competizioni per la valorizzazione delle eccellenze. Scopo principale della competizione è quello di accrescere nei ragazzi l’interesse per la Matematica, cogliendola nei suoi aspetti ludici e stimolanti. I partecipanti devono trovare tecniche creative per risolvere problemi mai visti prima e ideare nuove dimostrazioni applicando una matematica diversa e più interessante di quella in cui bisogna applicare meccanicamente formule. La partecipazione alla gara consente agli studenti di mettere alla prova le proprie capacità logico-deduttive, di potenziare intuito, capacità critiche e di riflessione, di creare un’occasione di incontro e di scambio tra studenti e docenti di varie realtà scolastiche. Il nostro studente, guidato dalla professoressa Mariangela Mastrorilli, coordinatrice del progetto, insieme agli altri 220 studenti provenienti da altri istituti del distretto, ha partecipato alle due distinte fasi della gara distrettuale: la prima, svoltasi in modalità online il 16 febbraio, della durata di 105 minuti, consistente nella risoluzione di 12 quesiti a risposta multipla; la seconda, svoltasi in presenza presso il Liceo "Cafiero" di Barletta il 24 febbraio, della durata di 105 minuti, consistente nella risoluzione di 2 esercizi numerici e 3 dimostrativi. Per la dirigente scolastica Domenica Loiudice questo risultato conferma l’eccellenza del Liceo Tedone e dei suoi docenti, capaci di motivare e valorizzare le potenzialità di ciascun alunno ma, soprattutto, conferma l’eccellenza degli studenti del Tedone che affrontano la conoscenza sempre con passione, rivelando un particolare interesse per una disciplina fondamentale fra gli insegnamenti di un Liceo scientifico».

mercoledì 30 Marzo 2022

(modifica il 17 Maggio 2022, 16:05)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stefano
Stefano
3 mesi fa

Da sempre i prof, soprattutto quelli di matematica, sono alla ricerca del ragazzo genio, invece di preoccuparsi che una materia tanto ostica venga compresa da tutti gli studenti.