Basket

Ritrova il sorriso la Tecnoswitch Ruvo contro la Frata Nardò

Giuseppe Tedone
Coach Dimitri Patella: «Faccio i complimenti ai miei ragazzi perché, nel momento decisivo, sono riusciti a rimanere a gara, a dimostrazione che si comincia a vedere qualche passo in avanti»
scrivi un commento 112

Dopo la tempesta c’è sempre il sereno: è il caso della Tecnoswitch Ruvo che, dopo la pessima prestazione nel turno precedente, ottiene la quinta vittoria aggiudicandosi il secondo derby stagionale – dopo quello contro Corato – e frenando la striscia positiva di quattro vittorie consecutive della Frata Nardò.

Sin dalla palla a due, si nota un atteggiamento diverso da parte dei giocatori bianco-azzurri che vogliono assolutamente portare a casa l’intera posta in palio, sfruttando al meglio le partite casalinghe al PalaPoli di Molfetta, ormai la casa dei ruvesi.

Era la sfida dei due amici ed ex di turno: da una parte Simone Bonfiglio e dall’altra Gionata Zampolli. Sfida vinta dal play ruvese, dall’’ottima prestazione personale che si è preso in mano la squadra, provando a far rivivere ai tifosi ruvesi il giocatore visto nell’esperienza precedente con Ruvo.

Sarebbe stato il colmo per quello che è stato l’esito della gara, visto che i ragazzi di coach Dimitri Patella sono stati in vantaggio per tre quarti, trascinati oltre da Bonfiglio, dal solito Vanni Laquintana e anche da un ritrovato Nicolò Bertocco, mentre sotto canestro a far la voce grossa ci hanno pensato il capitano Ignacio Ochoa insieme a Matteo De Leon , riconvocato dopo l’assenza contro Matera, e il professore Matteo Bini.

Da segnalare anche l’ottimo esordio del neo acquisto Daniele Dell’Uomo che, pure con pochi allenamenti, ha dato il suo contributo alla causa ruvese, mettendo a referto 7 punti e facendo felici sia il proprio coach e i tifosi ruvesi.

Ruvo termina in vantaggio sia il primo quarto sul parziale di 17-14, per poi subire il ritorno della squadra allenata da coach Gianluca Quarta. Ma una tripla di Bini e i canestri di Bertocco e Bonfiglio riallungano sul Nardò: seguirà il canestro di Laquintana portando i suoi sul +9, massimo vantaggio di serata ma, prima dell’intervallo, Michele Peroni e Alessandro Azzaro ricuciono lo strappo per i suoi, andando alla pausa sul 38-33.

Nella ripresa per la squadra salentina sale l’ala-centro montenegrina Goran Bjelic che con due triple consecutive riporta Nardò a ridosso della Tecnoswitch. Nel terzo quarto Ruvo sembra soffrire la reazione della squadra avversaria, tant’è che al 30esimo minuto un canestro di Zampolli vale il sorpasso, 54-55.

A questo punto l’inerzia della gara sembra cambiare rispetto all’inizio, perché sul punteggio di 60-64, Nardò ha la possibilità di indirizzare la gara verso di sé, mentre in casa Ruvo sembra di rivivere i fantasmi degli errori nelle gare precedenti. Ma nel finale salgono in cattedra Bertocco e Ochoa, per poi arrendersi definitivamente grazie ai canestri di Laquintana e Bonfiglio.

Finisce così la gara sul punteggio finale di 76-66:, torna così a gioire il pubblico ruvese che non fa mai mancare il proprio apporto nei turni casalinghi. Con questo successo, la Tecnoswitch Ruvo sale in classifica a quota 10 punti, mentre Nardò rimane ferma a 16 punti.

Nel prossimo turno i ruvesi saranno impegnati in trasferta contro la Virtus Valmontone, in una partita fondamentale per il prosieguo della stagione.

«È stata una vittoria di squadra. – dichiara a fine partita coach Dimitri Patella – Siamo stati bravissimi nei momenti di difficoltà, leggendo bene le situazioni in attacco, a dimostrazione che la squadra ha fatto enormi passi in avanti. Speriamo di mantenere con continuità quest’atteggiamento.

Sapevamo che Nardò, anche sotto nel punteggio, non sarebbe mai uscita dalla gara. Loro sono una squadra molto fisica e, se consideriamo che nelle precedenti gare avevamo subito la fisicità dei nostri avversari, nella gara odierna siamo stati bravi nel sopperire a questa difficoltà. Venivamo da una settimana di allenamento molto intensa, nonostante qualche défaillance.

Sono rimasto molto soddisfatto dall’esordio di Dell’Uomo, visto che non disputava una gara da parecchi mesi. Sono convinto che, allenamento dopo allenamento, potrà inserirsi al meglio nel gruppo.

Adesso siamo attesi in una trasferta molto difficile contro Valmontone, una squadra temibile perché, nonostante le difficoltà iniziali, adesso si è ripresa e dovremmo stare molto attenti ai loro due giocatori più importanti come Bisconti e Bonessio. Sappiamo già che troveremo un campo con un tifo molto caldo».

Tabellino

Tecnoswitch Ruvo – Frata Nardò 76 – 66

(17-14, 38-33, 54-55, 76-66)

Tecnoswitch Ruvo: I. Ochoa 9, S. Bonfiglio 15, A. Di Salvia, G. Laquintana 23, F. Poli n.e., M. Bini 5, N. Bertocco 13, D. Dell’Uomo 7, G. Barnaba n.e., A. Eremita n.e., M. De Leone 4, S. Ravic n.e. Coach: D. Patella

Frata Nardò: R. Coviello 16, G. Zampolli 12, F. Burini 5, V. Visentin 4, M. Peroni 8, A. Azzaro 8, S. Fiusco 2, G. Bjelic 11, A. Tyrtshnyk, P. Mijatovic n.e. Coach: G. Quarta

lunedì 25 Novembre 2019

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti