Attualità

“La guerra che ci appartiene”, Asmae Dachan racconta la sua Siria

La Redazione
​Nata ad Ancona, collabora con numerose testate nazionali​ tra cui Panorama e Avvenire. Il 2 giugno 2019 è stata insignita del titolo di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana​​
scrivi un commento 263

L’associazione Aede, in collaborazione con GiovanIdee Forum di Ruvo di Puglia, Rete Attiva Corato, Linea Comune ed Etnie, ha organizzato per questo pomeriggio alle 19.30 nel Centro Linea Comune di via Romanello da Forlì 12 un incontro con Asmae Dachan.

Di origine siriana, Asmae Dachan nasce ad Ancona. Scrive per numerose testate nazionali tra cui Panorama, Avvenire, Antimafia 2000 e The Post Internazionale. Si occupa di Esteri, in particolare del Medio Oriente e del Nord Africa, di immigrazione, diritti umani, dialogo interreligioso e interculturale. Ha pubblicato romanzi e libri di poesie; ha vinto numerosi premi per reportage sulla Siria. Tra questi spicca il “Premio per la pace e l’amicizia tra i popoli” per il reportage “Porto franco”.

L’università della Svizzera per la Pace l’ha nominata a vita “Ambasciatrice di pace”; è inoltre consigliere permanente dell’Università per la Pace delle Marche. Il 2 giugno 2019 è stata insignita del titolo di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Parlerà della Siria, protagonista delle sue cronache, dei diritti negati, delle vite spezzate, del ruolo dell’Europa, della Turchia e delle grandi nazioni coinvolte in questa guerra che ci appartiene

giovedì 14 Novembre 2019

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti