La rassegna

Venerdì in scena “Paradise”, viaggio nell’inferno del caporalato

La Redazione
close
P A R A D I S E - Teaser
Lo spettacolo è ispirato alle storie di migliaia di braccianti polacchi che tra il 2003 e il 2008 vennero in Puglia per la raccolta dei pomodori. Molti di loro sparirono o furono trovati morti in circostanze inspiegabili
scrivi un commento 118

Torna a occuparsi di immigrazione e caporalato "Attraversamenti", la rassegna dedicata ai diritti civili ideata dall’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica istruzione e realizzata in collaborazione con il teatro Comunale di Ruvo di Puglia.

Venerdì 24 marzo, alle 20.30, l’associazione culturale Acasa, con il sostegno di Officina degli esordi, teatro Kismet e La luna nel letto, presenta lo spettacolo “Paradise” di Valeria Simone, per la regia di Marialuisa Longo con Elisabetta Aloia e Lucia Zotti, l'elaborazione grafica di Maria Grazia Morea e le luci di Michelangelo Volpe. Il testo è stato finalista al premio nazionale di drammaturgia “Donne e teatro” e pubblicato nell'omonimo volume del 2016, edito da Borgia – Roma.

Lo spettacolo

Lo spettacolo è ispirato alle storie di migliaia di braccianti polacchi che tra il 2003 e il 2008 vennero in Puglia per la raccolta dei pomodori. Molti di loro sparirono o furono trovati morti in circostanze inspiegabili. Grazie alla fuga e alla denuncia di alcuni studenti fu scoperta una fitta rete criminale che teneva in condizione di schiavitù i lavoratori. Nonostante i numerosi processi e le condanne che vedono intrecciati caporali stranieri e criminalità locale, lo sfruttamento dei lavoratori è ancora dominante in Puglia.

“Paradise” è la storia di un'umanità schiacciata dal sistema dello sfruttamento, che per salvarsi schiaccia a sua volta, forse in modo inconsapevole, ma travolta da una crudeltà che non salva nessuno.

L'autrice

Valeria Simone, drammaturga e regista di origine ruvese, si occupa da tempo delle storie di chi vive nella marginalità sociale, politica, economica e culturale raccontando attraverso il teatro le vicende di chi è invisibile o, al contrario, eccessivamente visibile; ai corpi esposti e a quelli nascosti.

Per informazioni 080/3603114, info@teatrocomunaleruvo.it e www.teatrocomulareruvo.it.

mercoledì 22 Marzo 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti