Politica

L’opposizione: «Il Sindaco denunci alla Magistratura le situazioni di privilegio»

La Redazione
I consiglieri di minoranza si dicono pronti ad agire in prima linea «al fine di tutelare l'immagine dell'intera comunità ruvese, da sempre sana, responsabile e onesta»
scrivi un commento 487

«Esprimiamo sconcerto per il grave episodio verificatosi ai danni del Sindaco della nostra città». Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali di minoranza.

«Un gesto dalla gravità inaudita – lo definiscono -, se si pensa che possa essere legato all'attività amministrativa svolta sinora, così come si evince dalle parole del professor Chieco, cui va tutta la nostra solidarietà e vicinanza. Prendiamo le distanze da azioni di tale natura lontane dal nostro modo di vivere, pensare e concepire la comunità. Siamo fiduciosi nell'opera delle Autorità competenti per accertare le cause e risalire agli eventuali responsabili del malsano e deprecabile episodio.

Nel contempo – proseguono – chiediamo a forte voce al Sindaco di denunciare alla Magistratura le "situazioni di privilegio" cui egli ha fatto riferimento, ritenendo che la gravità di quanto affermato rappresenti una minaccia per l'intera comunità e per coloro che, come noi, vi operano con spirito istituzionale al servizio dei cittadini e nella legalità». 

L'opposizione si dice pronta «ad agire insieme al Sindaco e in prima linea» contro tali ingiustizie, «al fine di tutelare l'immagine dell'intera comunità ruvese, da sempre sana, responsabile e onesta, la quale non può improvvisamente essere definita e dipinta incline alla violenza e ad attività criminose.

A tal proposito – concludono i consiglieri – abbiamo deciso di presentare richiesta di convocazione di un Consiglio comunale straordinario, urgente e monotematico per discutere di tale questione».

sabato 4 Marzo 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti