Il ricordo e l'omaggio

Prova aperta della Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia, Caldarola: «Antonio Summo è qui tra noi»

Veronique Fracchiolla
Veronique Fracchiolla
Prova aperta con la Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia: presenti i genitori di Antonio Summo, Nicola e Gina. Qui insieme al sindaco Pasquale Chieco, all'assessora Monica Filograno, al Maestro Giuseppe Caldarola
Ieri, nel cortile del Centro Linea Comune, si è svolta la prima prova aperta della Nuova Banda Talos. Commosso ricordo del giovane musicista Antonio Summo, vittima del disastro ferroviario del 12 luglio 2016, alla presenza dei genitori
scrivi un commento 606

Il cortile del Centro Linea Comune ha ospitato, ieri pomeriggio, la prima prova aperta della Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia che farà il proprio début nella imminente edizione 2022 del Talos Festival, dal 1° al 5 settembre prossimi.

La formazione è composta da studenti e professionisti che fanno parte delle associazioni musicali e bandistiche di Ruvo di Puglia e sono stati selezionati dai Maestri Vincenzo Anselmi e Rino Campanale che la dirigeranno. Una Nuova Banda, quindi, che intende raccogliere il testimone della Banda Comunale e seguirà le traiettorie che saranno definite dalla futura legge regionale delle bande da giro – a giugno è stata firmata dalla VI Commissione del Consiglio regionale la proposta -, quest’ultima frutto di un percorso avviato dal Maestro Pino Minafra,  redattore e tra i firmatari, insieme al sindaco Pasquale Chieco, del Protocollo consegnato al direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia Aldo Patruno, a settembre nell’ultima giornata del Talos Festival edizione 2019.

Una Banda che si affiancherà alle altre formazioni bandistiche, che lavorerà con il Teatro comunale,  e di cui, sicuramente, avrebbe fatto parte una giovane promessa della musica, Antonio Summo, la cui vita fu spezzata il 12 luglio 2016, nel disastro ferroviario tra Corato e Andria. Ne sono consapevoli i giovani e più maturi colleghi del trombettista e giovane sognatore a cui è stato dedicato il Parco della Musica, in via Falcone-Borsellino. Ne sono orgogliosamente sicuri i genitori, Nicola e Gina Summo, che hanno assistito alla prova su invito del sindaco Pasquale Chieco e dell’assessora alle Politiche di Comunità Monica Filograno, i quali hanno rivolto parole di affetto e sostegno.

Il Primo cittadino, in particolare, presente alla cerimonia di commemorazione svoltasi ieri mattina a Bari, in piazza Aldo Moro, ha ricordato le 23 vittime e ha invocato che si stabilisca la verità dei fatti per rendere giustizia a chi ci ha lasciati, a chi ha sofferto e continua a soffrire. Ma ha anche sottolineato come la musica tenga vivo il ricordo di Antonio, un ragazzo talentuoso e amato da tutti.

Commosso e commovente è stato il ricordo del Maestro Pino Caldarola, direttore dell’Orchestra giovanile Apulia’s Band Musicainsieme, di cui Antonio era componente. Antonio, ricorda Caldarola, iniziò a studiare la tastiera sotto la sua guida, ma ben presto iniziò ad appassionarsi alla tromba, tanto che si soffermava ad ascoltare le prove dei suoi compagni dediti allo studio di questo strumento.

Caldarola intuì lo sbocciare di questo amore e lo indirizzò verso questi studi. Antonio possedeva musicalità, ricorda il Maestro, era un acutista eccezionale – sapeva realizzare un si bemolle biacuto – che lasciava meravigliosamente stupefatto anche il Maestro Pino Minafra. Voleva entrare in Conservatorio e, in poco tempo e sotto la guida del Maestro Caldarola, eliminando le imperfezioni nell’esecuzione, sostenne l’esame di ammissione che superò con una buona votazione il 30 giugno 2016. Dodici giorni dopo, la tragedia.

Ma Antonio, giovane trombettista e sognatore, continuerà a vivere nel ricordo di tutti; nel Parco a lui dedicato; in ogni nota che fugge da una finestra aperta in una via di Ruvo di Puglia, in ogni banda o associazione musicale. «Antonio è qui tra noi» conclude Caldarola. E lo sarà sempre.

mercoledì 13 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti