Spettacolo

Ruvo di Puglia, il fascino di un paese che rinasce nella calda stagione estiva

Vittoria Laura Leone
Il cartellone, presentato lunedì dall'assessora Monica Filograno, prevede cinema all'aperto, musica dal vivo, laboratori musicali e performativi e visite guidate
scrivi un commento 924

Spesso associamo l’idea di estate alla luminosità di una stagione foriera di spensieratezza e allegria, nonché di un meritato relax. Tuttavia tra una nuotata e una fresca bibita gustata sotto l’ombrellone si avverte l’esigenza di sentirsi parte integrante di una comunità che mai come quest’anno ha saputo donare al paese un nuovo impulso artistico-culturale, lavorando in sinergia con le varie associazioni presenti in loco. Sì, la cultura non va in vacanza! Ecco perché nella giornata di lunedì 22 luglio, nella piazzetta antistante l’Info Point si è tenuta la presentazione delle iniziative che avranno luogo nella stagione estiva in corso, ascritte al progetto “Interventi a sostegno della qualificazione e del potenziamento del servizio di informazione degli Info Point turistici dei comuni che aderiscono alla rete regionale” finanziato dalla regione e dal Comune di Ruvo di Puglia.

La ricca kermesse, dal titolo “Immaginari”, è stata presentata dall’assessora alla cultura Monica Filograno che ha ringraziato tutti coloro che hanno contribuito con il loro operato a vivificare la città nella prima parte del mese di luglio. Una menzione particolare meritano le associazioni “La Capagrossa”, abile nel gestire lo spazio del Coworking comunale, portando avanti un ambizioso progetto nato nel 2017 e concretizzatosi nella sua terza edizione con il festival “Mutazioni” dedicato alla rigenerazione urbana e al recupero degli spazi dismessi; e “La Luna nel letto” che si è distintanon solo per i pregevolissimi spettacoli teatrali in chiave mitologica della rassegna “Heroes” ma anche per la meravigliosa installazione della luna che ha giganteggiato fino allo scorso weekend nell’atrio del Convento degli ex Padri Domenicani.

Le iniziative calendarizzate nella stagione estiva sono il frutto di un’accurata selezione effettuata tramite avviso pubblico. Diversamente dalle edizioni precedenti, esse non vedono protagoniste le performance di compagnie teatrali ma lasciano il posto a una variegata rassegna di cinema all’aperto (a cura dell’associazione culturale PostKino), di musica dal vivo (a cura del Collettivo 304 in collaborazione di operatori economici locali) e a un ciclo di laboratori musicali e performativi rivolti all’infanzia e all’adolescenza (a cura di Bembè Arti Musicali e Performative), nella logica di dar corpo a quel progetto di educazione diffusa che possa formare bambini e ragazzi in età preadolescenziale a vivere la città e a fruire dei suoi spazi.

Inoltre il programma degli eventi è impreziosito dalle visite guidate a cura di Elisabetta Stragapede dell’associazione culturale InFolio, volte alla scoperta delle bellezze artistico – architettoniche del paese mediante passeggiate letterarie. L’ultima iniziativa datata 22 settembre è riservata al Viator Festival e prevede un concerto dedicato a don Tonino Bello nella Comunità Casa, raggiungibile – per l’occasione – anche a piedi.

Durante la serata il regista Michelangelo Campanale è intervenuto relativamente all’annosa questione del teatro comunale, dalla cui perdita è scaturito un continuo germogliare di idee con le quali i cittadini hanno preso fiducia dei propri mezzi e si sono uniti nel tentativo di far diventare il nostro teatro conosciuto a livello locale ma anche in ambito nazionale e internazionale.

Successivamente il videomaker Salvatore Magrone ha mostrato il filmato “Innesti 2018” con il quale ha voluto acuire l’immaginario di quest’estate partendo dalle esperienze maturate nella scorsa stagione.

L’incontro è terminato con una degustazione di vini e bruschette offerti rispettivamente dall’azienda agricola Mazzone e dal ristorante Ghjà Bistrot.

giovedì 25 Luglio 2019

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti