Cultura

Maria Pia Romano a Eataly Bari

La Redazione
Presenterà il suo romanzo "Dimmi a che serve restare" nell'ambito di un incontro organizzato da Slow food. Con lei dialogherà Marina Losappio Triggiani
scrivi un commento 213

Il nuovo appuntamento letterario organizzato da Slow food prevede venerdì 17 marzo alle 19, nella splendida location di Eataly Bari, la presentazione del romanzo di Maria Pia Romano "Dimmi a che serve restare" (Il Grillo editore). Dialogherà con l'autrice Marina Losappio Triggiani. L'ingresso è libero. 

Il libro racconta una storia d’amore e di mare, il canto di un’assenza che si snoda in dieci anni: il tempo per diventare grandi e per capire, cantando le canzoni dei Negramaro. E' il racconto di amori proibiti e amori necessari, ambientato nel Salento, che con i suoi colori e la sua musica diventa luogo dell’anima dei personaggi, anime inquiete in cerca di risposte. Che la vita dà solo quando smetti di chiedere.

Maria Pia Romano è nata a Benevento nel 1976 ed è iscritta all’Albo dei giornalisti dal 2000. Collabora con testate regionali e nazionali e si occupa di comunicazione pubblica e comunicazione scientifica in uffici stampa e organizzazione di eventi. 

Ha all’attivo quattro raccolte di poesie: Linfa (LiberArs, 1998), L’estraneo (Manni, 2005), Il funambolo sull’erba blu, (Besa 2008) e La settima stella (Besa 2008) e i romanzi Onde di follia (Besa 2006); L’anello inutile (Besa 2011-2012-215), che ha ottenuto le Tre penne della rubrica di Rai1 Billy il vizio di leggere ed è stato finalista Premio Nabokov; e La cura dell’attesa (Lupo 2013), vincitore dei premi Libriamola 2013, Carver, Il tombolo Città di Cantù e Città di Mesagne e finalista al premio Essere donna oggi 2016. 

"Dimmi a che serve restare" ha ottenuto una menzione d'onore al Premio nazionale Bari città aperta 2016.

venerdì 10 Marzo 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti