Iniziativa del Ministero degli Interni

Progetto “Puoi”, tavolo tecnico con imprese per favorire inclusione socio-lavorativa degli stranieri

Stage aziendali per migranti con il Progetto Puoi del Ministero degli Interni © Unsplash
scrivi un commento 43
L'Italia è un Paese prossimo alla natalità zero: per questo è necessario integrare chi arriva da lontano. L'incontro è organizzato dal Comune di Ruvo di Puglia in collaborazione con il Parco culturale Gruppo Fortis
venerdì, 05 agosto 2022
Ruvo di Puglia
Via Romanello da Forlìmostra mappa

venerdì, 05 agosto 2022

Progetto “Puoi”, tavolo tecnico con imprese per favorire inclusione socio-lavorativa degli stranieri
Aggiungi al calendario

L’Italia è un Paese prossimo alla natalità zero: per questo è necessario integrare chi arriva da lontano.

Oggi alle 18, nella sala conferenze del Centro Linea Comune, in via Romanello 12, si terrà un incontro pubblico tecnico dedicato alle imprese di Ruvo di Puglia e del territorio nel corso del quale sarà illustrato il Progetto “Puoi”, nuova iniziativa del Ministero degli Interni per favore l’inclusione socio-lavorativa di stranieri nel territorio. L’incontro è organizzato dal Comune di Ruvo di Puglia in collaborazione con il Parco culturale Gruppo Fortis. Interverranno Alfonso Cavallo, responsabile e coordinatore della sede di Corato del Parco Fortis; Nico Curci, assessore al Benessere e alla Giustizia sociale; Daniela Cavaliere, operatrice Agenzia Anpal.

Il progetto Puoi consente di inserire stranieri di specifiche categorie all’interno di aziende con la formula dei tirocini (di durata di 6 mesi).

Per essere ammessi al bando occorre: essere cittadini di paesi terzi titolari di protezione internazionale e umanitaria; titolari di permesso di soggiorno rilasciato nei casi speciali e per protezione speciale, che consentono lo svolgimento di attività lavorativa, nonché i cittadini stranieri entrati in Italia come minori non accompagnati e regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale, o cittadini stranieri maggiorenni fino a 24 anni di età non compiuti, entrati in Italia o successivamente all’ingresso riconosciuti come minori non accompagnati, regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale.

Il cittadino straniero percepisce un’indennità di 500 euro mensile dal Ministero. L’azienda che ospita il tirocinante non sostiene invece alcun costo e riceve un bonus di 600 euro al termine dei 6 mesi di tirocinio.

«Grazie al Parco Fortis, che al suo interno contiene anche “Dasep” – agenzia accreditata e autorizzata dall’Anpal – è possibile attivare i tirocini sia lato imprese che lato tirocinanti».

Info e contatti
Responsabile e coordinatore sede di Corato parco Fortis
Alfonso Cavallo tel. 3921218822
Mail alfonsocavallo@liberaformazione.eu

venerdì 5 Agosto 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti