ragazzi con bustoni della spazzatura
I ragazzi di OratoriAmo con Don Bosco puliscono una strada rurale tra Ruvo e Bisceglie © Istituto Salesiano Sacro Cuore
Settimana della "Cittadinanza attiva"

I ragazzi di OratoriAmo con don Bosco ripuliscono tratto di strada fra Ruvo e Bisceglie

Ragazzi frequentanti l'oratorio estivo dell'Istituto salesiano "Sacro Cuore", col supporto di Sanb e della Protezione civile, si sono dedicati alla raccolta di rifiuti nell'agro ruvese lo scorso 13 luglio
1 commento 244
I ragazzi di OratoriAmo, suor Imma Milizia e l'assessore Antonio Mazzone a Villa Fenicia © Istituto Salesiano Sacro Cuore
I ragazzi di OratoriAmo, suor Imma Milizia e l'assessore Antonio Mazzone a Villa Fenicia © Istituto Salesiano Sacro Cuore

Un gruppo formato da quaranta ragazzi di OratoriAmo con Don Bosco dell’Istituto salesiano “Sacro Cuore” e gli operatori raccontano la giornata dedicata alla pulizia di un tratto di strada rurale tra Ruvo di Puglia e Bisceglie,  ed esortano tutti ad avere maggiore senso civico. Un gesto lodato dal sindaco Pasquale Chieco.

«Nella settimana dedicata a Ecologia e Cittadinanza attiva – scrivono gli operatori- , nell’ambito dell’Estate Ragazzi, un gruppo di preadolescenti, adolescenti e animatori di “Oratoriamo con don Bosco” di Ruvo di Puglia  ha realizzato una passeggiata ecologica con la pulizia di un tratto di strada tra Ruvo e Bisceglie.

Nell’ambito dell’impegno al cambiamento degli stili di vita a cui tutta la Comunità Educante si è impegnata nel corso dell’anno, a seguito dell’adesione alla Piattaforma Laudato si’, è stata organizzata anche la “passeggiata ecologica” del 13 luglio con lo scopo di ripulire una vecchia strada comunale da rifiuti e immondizia varia, abbandonati ai lati della strada.

Muniti di guanti e con grande senso civico, i ragazzi hanno raccolto i rifiuti differenziandoli a seconda dei materiali, all’interno dei sacchi messi a disposizione dalla locale Azienda di raccolta e smaltimento rifiuti Sanb. Tutti sono stati colpiti dalla varietà di rifiuti, dalla quantità di bottiglie e dalle cose più insolite trovate.

Hanno fatto volentieri la propria parte, pur sentendo la fatica della strada e della raccolta, ma hanno avuto anche reazione di rabbia all’idea di dover raccogliere rifiuti al posto di chi li ha abbandonati, incurante delle conseguenze».

«Un grazie – scrivono i ragazzi – va alla Protezione Civile che ci ha scortati, ai cittadini che hanno rallentato e applaudito alla nostra iniziativa, senza dimenticare la Sanb spa – Servizi Ambientali Nord Barese, per la fornitura di guanti e sacchi e per aver provveduto alla raccolta degli stessi (una ventina, ndr), pieni di rifiuti, che abbiamo lasciato ai lati della strada.

Un grazie speciale va all’assessore Antonio Mazzone per la collaborazione nell’organizzazione dell’esperienza e per averci raggiunto, al termine del pomeriggio, per una interessante condivisione sul tema.

Aver concluso questa esperienza nella splendida cornice di Villa Fenicia, con i suoi prati verdi e rilassanti, ci ha rimesso in sintonia con la bellezza e l’armonia del creato e ci ha fatto pensare a quanto Papa Francesco ci dice nella sua lettera Laudato si’: “San Francesco d’Assisi nel suo bel cantico ci ricordava che la nostra casa comune è come una sorella, con la quale condividiamo l’esistenza, e come una madre bella che ci accoglie tra le sue braccia. Questa sorella protesta per il male che le provochiamo, a causa dell’uso irresponsabile e dell’abuso dei beni che Dio ha posto in lei”. Con questa e altre iniziative con le quali il nostro Oratorio aderisce alla Piattaforma Laudato si’ lanciata da Papa Francesco, vorremmo stimolare anche altri ragazzi e giovani a tornare ad amare questa sorella/madre, a guardarla negli occhi, a sentire il suo canto e il suo pianto.

Sappiamo che molti ragazzi e giovani hanno preso posizione per la difesa del pianeta ma crediamo che la coscienza della gravità della crisi culturale ed ecologica debba tradursi in nuove abitudini e nuovi stili di vita che partono dal quotidiano di ciascuno di noi. “I giovani chiedono al mondo degli adulti un vero cambiamento. La sfida ambientale che viviamo e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano proprio tutti” (Laudato si’)».

giovedì 14 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Comment
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Annalisa L.
Annalisa L.
23 giorni fa

La Chiesa come una sezione staccata di Legambiente.