gruppo di musicisti di banda in cortile;
La Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia alla prima prova aperta ©Cinzia Cantatore
Verso il debutto ufficiale

Prime note per la Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia: ecco i componenti

Ieri, nel cortile del Centro Linea Comune, prima prova aperta dedicata ad Antonio Summo. La Banda è diretta dai Maestri Vincenzo Anselmi e Salvatore Campanale. I musicisti hanno un'età compresa tra i 15 e 50 anni
scrivi un commento 1686

«Per caso, ma non per caso. Con la prima prova aperta serale nel cortile del centro Linea Comune è partita ieri, in una data particolare per la comunità ruvese, l’attività artistica della Nuova Banda Talos di Ruvo di Puglia. A dirigerla due rinomati maestri come Vincenzo Anselmi e Rino Campanale». Così all’inizio della nota da Palazzo di Città con cui si presenta la nuova formazione bandistica che ha fatto il suo debutto informale – prima di quello ufficiale al Talos Festival dal 1° al 5 settembre prossimi – ieri, nel sesto anniversario del disastro ferroviario sulla tratta Corato-Andria, in cui perse la vita il giovane musicista Antonio Summo.

«La Nuova Banda Talos è composta per ora da 43 musicisti (ma l’organico già in ampliamento) di età compresa tra i 15 e i 50 anni (con musicisti over 50 solo nei ruoli scoperti) e vede studenti suonare al fianco di professionisti provenienti delle associazioni bandistiche e musicali di Ruvo.

Si tratta del punto d’arrivo di un percorso partecipato e condiviso voluto e coordinato dall’assessora alle Politiche di Comunità Monica Filograno e che ha coinvolto le bande presenti sul territorio e alcuni musicisti locali.

Per la composizione dell’organico è stata data la precedenza agli studenti dei Conservatori e del Liceo musicale, ad integrare, strumentisti in possesso del diploma di conservatorio.

La gran parte dell’organico proviene dalle fila delle principali bande cittadine come l’orchestra di fiati “Basilio Giandonato”, diretta da Rocco di Rella; il gruppo bandistico “Nicola Cassano” diretto dai Maestri Gennaro Sibilano e Simone Salvatorelli; e la Apulia’s Band diretta da Pino Caldarola, nonché da Scuola di Arti musicali e Performative Bembè di Tommaso Scarimbolo.
Amministrazione, direttori e musicisti hanno voluto dedicare la prima prova aperta del neonato complesso bandistico ad Antonio Summo.

«La banda – ha detto il sindaco Pasquale Chieco a margine dell’esibizione – rappresenta da sempre un elemento fondamentale nella cultura popolare della nostra comunità; il concerto di una banda significa festa collettiva, piazze popolate, applausi e sorrisi, è un evento sociale e culturale. La Regione Puglia, con la collaborazione nostra e di altre amministrazioni comunali, di festival dedicati e di operatori culturali, sta per licenziare una legge regionale per la salvaguardia e la valorizzazione delle bande da giro per la tutela di questo prezioso patrimonio così peculiare e così distintivo per il nostro territorio, per il sostegno alla divulgazione di un repertorio bellissimo e per la promozione del movimento bandistico e dei musicisti che lo alimentano.

Per questo è importante per noi l’avvio delle attività di questa nuova Banda cittadina, aperta inclusiva, che vogliamo sia realmente patrimonio di tutta Ruvo di Puglia.
L’auspicio è che si tratti del primo passo di un percorso lungo, sonoro e ricco di soddisfazioni».

«Dietro la musica di questa sera – ha detto l’assessora alle Politiche di Comunità Monica Filograno – c’è un lungo e minuzioso lavoro collettivo. Ringrazio innanzitutto i maestri Vincenzo Anselmi e Rino Campanale che in questi mesi hanno messo a punto il progetto, ma grazie anche a tutte le comunità artistiche che hanno collaborato e ai direttori che hanno sostenuto questa nuova avventura. Anche in questo caso vogliamo puntare sui giovani.
Il nuovo Talos Festival rappresenta per tutti noi uno stimolo importante: la banda è stata da sempre un tratto distintivo del festival e questo nuovo ensemble esordirà con il suo primo concerto proprio in occasione della prossima edizione. Il nostro obiettivo, per i prossimi anni, è coinvolgere questo ensemble in nuove, avventurose produzioni musicali».

Il maestro Vincenzo Anselmi è docente ordinario di Strumentazione per Banda presso il Conservatorio di Musica “Nino Rota” di Monopoli. Diplomato in Strumentazione per Banda, Direzione d’Orchestra, Musica Corale e Direzione di Coro, Viola e Violino, ha al suo attivo varie registrazioni radiotelevisive e tournée in Italia, Germania, Francia, Spagna e Croazia.
È autore di brani per diverse formazioni orchestrali e corali e di musiche di scena per spettacoli teatrali ed è stato vincitore nel 2009 del 1° Premio al Concorso Internazionale di Composizione per Banda di Bertiolo (UD).
Come arrangiatore e compositore, ha al suo attivo numerose incisioni e collaborazioni sia con cantanti lirici come Katia Ricciarelli, Cecilia Gasdia, Josè Carreras e Josè Cura, che con cantanti di musica leggera come Andrea Bocelli, Massimo Ranieri, i Pooh, Ivana Spagna, Amedeo Minghi.
La sua musica è stata eseguita in Italia, su palchi prestigiosi come l’Arena di Verona e l’Auditorium Sinopoli di Roma, che all’estero in Tunisia, Spagna, Argentina, Egitto, Emirati Arabi, Svizzera, Albania, Romania, USA, Armenia, Slovenia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Giappone.

Il maestro Rino Campanale, dopo essersi diplomato con il massimo dei voti in Direzione d’Orchestra, Composizione e Strumentazione per banda presso il Conservatorio N.Piccinni di Bari ha poi conseguito il Diploma di II° Livello in direzione d’orchestra con il massimo dei voti con lode con il M° Rino Marrone e si è perfezionato presso l’Accademia Nazionale di “Santa Cecilia” in Roma.
Nel 2004 è stato finalista all’XI° concorso internazionale per giovani direttori d’orchestra della comunità Europea presso la Fondazione Franco Capuana di Spoleto. Ha eseguito in prima assoluta opere di autori come: Rota, Gervasio, Marena, De Lillo, Impagliatelli, oltre ad aver curato la prima rappresentazione in tempi moderni de: “La Cecchina maritata” di N. Piccinni.
Il 16 giugno 2002, in occasione della canonizzazione del Beato P. Pio da Pietrelcina, ha diretto la Messa “Crux in Gloria” durante la solenne celebrazione eucaristica presieduta dal Santo Padre Giovanni Paolo II trasmessa in mondovisione da Piazza S. Pietro in Città del Vaticano.

Banda Talos Ruvo di Puglia
Organico al 12 luglio 2022

Flauto/Ottavino 1 Giuseppe Pellegrini
Flauti 2 Luigi Tedone
3 Mariateresa Cantatore (1liv)
Oboi 4 Lorenza Di Bitonto (2liv)
5 Luigi Bellini (1liv)
Clarinetto Piccolo Mib 6 Cosimo Bucci
Clarinetti 7 Gianluigi Caldarola
8 Mauro Altamura
9 Giuseppe Di Bisceglie
10 Giuseppe Sparapano
11 Biagio Caldarola
12 Vincenzo Cantatore
13 Francesco Brilla (1liv)
14 Luigi Cascarano (prop)
15 Matteo Di Rella (1liv)
16 Biagio Di Domenico (prop)
Clarinetto basso 17 Giorgio Loiodice
Sax Contralto 18 Pietro Di Terlizzi
Sax Tenore 19 Giampaolo Caldarola
Sax Baritono 20 Marcello Giangregorio (1liv)
Corni 21 Giacinto Caldarola
22 Giuseppe Bonserio
23 Pasquale Di Domenico (prop)
Trombe 24 Francesco Chiarulli
25 Adriano Palmieri
26 Antonio Lobascio
27 Domenico Ciliberti
28 Cesare Cassano (prop)
Tromboni 29 Agostino Bonserio
30 Francesco Marinelli
Flicorno Soprano 31 Giuseppe Gattullo (liceo)
Flicorno Tenore 32 Luigi Fiore
Flicorni Baritoni 33 Vincenzo Rubini
Tube 34 Michele Cantatore
35 Nicola Parisi
Contrabbassi corde 36 Annalisa Lauciello (prop)
37 Fulvio Bucci (prop)
Timpani 38 Domenico Carmine (2 liv)
Percussioni 39 Michele Di Modugno (1liv)
40 Roberta Lovino (I liv)
41 Gianluca Sabatino (1 liv)
42 Fracchiolla Andrea (prop)
43 Ermes Fresa (Liceo)

mercoledì 13 Luglio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti