L'omaggio

“Progetto Renata Fonte: il paesaggio, la terra, il corpo”, geologia e musica a Serra Petrullo

Donna con ibisco rosa tra i capelli
Renata Fonte
scrivi un commento 177
A cura della Fondazione Angelo Cesareo. Con la partecipazione dei geologi Marco Carlucci e Andrea Vitale; la danzatrice Martina Ricciardi. Concerto di Antonio Dambrosio alle percussioni e handpan, e Nanni Teot, con tromba e flicorno
sabato, 25 giugno 2022
Strada Comunale Patanellamostra mappa

sabato, 25 giugno 2022

“Progetto Renata Fonte: il paesaggio, la terra, il corpo”, geologia e musica a Serra Petrullo
Aggiungi al calendario

Sabato 25 giugno, dalle 19, a Serra Petrullo Angelus Novus, sede della Fondazione Angelo Cesareo, si terrà l’evento “Progetto Renata Fonte: il paesaggio, la terra, il corpo”, patrocinato dal Comune di Ruvo di Puglia, Corato e Andria. Tra i protagonisti la danzatrice Martina Ricciardi.

«Si immagini la figura di Renata Fonte – scrivono dalla Fondazione – come un corpo. E questo corpo è vita, energia, forza, dignità. Si immagini quella donna uccisa per aver difeso il parco del suo Porto Selvaggio dalla violenza speculativa politico-mafiosa, dalla aggressione alla sua integrità e purezza, come libertà e bellezza.

Immaginiamo quella madre come la terra, come Gea dalle virtù generatrici e protettrici. E si provi poi ad esprimere tutto questo con linguaggi e forme artistiche che, di quel corpo, sono come sue pieghe profonde ed epifanie. Ma, immaginando, si provi anche a far muovere quel suo ideale corpo in uno scenario in cui il paesaggio e la natura, arsi e bruciati, nel cammino accidentato di un Viale dei Giusti, si fanno racconto mentre scorre un tempo e un giorno d’estate che inesorabilmente declina…Si vedranno, in quel pomeriggio di luce estiva, movimenti in forma di dialoghi su quel corpo: paesaggi murgiani, salentini. Sarà la sua prima abbacinante manifestazione, il momento della sua proiezione dove lo sguardo si fa parola: suoi interpreti e accompagnatori Marco Carlucci e Andrea Vitale, geologi.

Il tramonto sarà il momento delle penombre… E allora il territorio risuonerà di suoni e note. Sarà il tempo del giorno in cui quel corpo si fa udito profondo e ancestrale e, nel gioco di una sua contrazione ed espansione, antico ritmo, futura melodia e memoria. Di questo momento temporale in cui luce e buio trapassano lottando, interprete la musica con Antonio Dambrosio, con percussioni e handpan; Nanni Teot, con tromba e flicorno…La sera sarà il momento fisico-tattile e cinestetico in cui il corpo comunicherà se stesso attraverso il solo ritmico, primigenio movimento… È il momento in cui la terra, Gea, svelandosi si farà rivolta e sussulto…
Principio di sinestesie… Inizio per una ricomposizione di un volto, di una donna, della terra». Per raggiungere Serra Petrullo, Ruvo di Puglia cliccare qui.

venerdì 24 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti