Cultura

Note e disabilità: nelle scuole al via “MusicAbility”, il progetto degli “Amici della Musica”

La Redazione
Il 3 giugno prossimo l'Orchestra dei "Piccoli Amici della Musica" suonerà con l'AbilBand, band di ragazzi con disabilità, preparata dal M° Camillo Pace, solo per il personale scolastico della Bovio​
scrivi un commento 11

L’associazione “Amici della Musica” di Ruvo di Puglia ha deciso di proporre alle scuole primarie e secondarie di primo grado l’avvio di “MusicAbility”, progetto volto al superamento della visione della disabilità come limite in musica.

«Parlare di disabilità non è sempre facile – spiega Alessandra Brucoli, presidente dell'associazione -, soprattutto quando gli interlocutori principali sono i bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni, seppur in un ambiente da sempre investito dell’importante compito di educare alla socialità e formare: la scuola. Siamo abituati a guardare alla disabilità con gli occhi del "limite invalicabile alla possibilità", a volte ne parliamo tanto, ma sempre relativamente ai contesti di vista quotidiana (la scuola, l’accesso agli esercizi pubblici e privati, ecc). Diventiamo accaniti simpatizzanti in occasione delle Paraolimpiadi, soprattutto quando a rappresentarci è un nostro conterraneo. Ma quanto e quando sentiamo parlare di disabilità e musica?! Quante occasioni abbiamo per ascoltare suonare o cantare artisti disabili?! Se ci pensiamo sono molto poche, escludendo i casi più noti della storia (es. Ludwig van Beethoven), o i rari modelli positivi veicolati dai mass media (es. Il M° Ezio Bosso). La prima scuola che ha deciso di realizzare in toto il progetto è stata il I Circolo didattico “G. Bovio”. Il progetto nasce dalla volontà di condividere l’operato e le iniziative dell’associazione “AccordiAbili” di Fasano, rappresentata dal M° Vincenzo Deluci, che da sempre si spende a favore dell’inclusione».

“MusicAbility” si articola in tre fasi: la prima di formazione dei docenti con lo scopo di mettere in atto una migliore sensibilizzazione in aula; la seconda consta nell’avvio di una raccolta fondi, la terza si conclude con una manifestazione musicale. La prima fase ha avuto avvio lunedì scorso e vedrà i docenti impegnati nella progettazione di attività didattiche a tema per i bambini, differenziate per fascia d’età, finalizzata alla produzione di un lavoro finale sul tema della disabilità, collegato alla musica e all’oggetto della raccolta fondi (seconda fase successiva): M.U.S.A.

M.U.S.A., acronimo di Mouth Ultimate Sound Adapter, è l’innovativo prototipo di strumento musicale inclusivo per chi ha ridotte capacità motorie: si tratta di una cannuccia collegata ad una scatola contenente circuiti Arduino, che consente a tutti di fare musica in maniera intuitiva, semplicemente con il movimento del capo e con una minima insufflazione. Lo strumento nasce nell’ambito del progetto “AbilBand” ed è stato messo a punto dal team “Emotion”. Nel sito dell’Associazione AccordiAbili si riporta: “Tutti i M.U.S.A. che realizzeremo con le donazioni raccolte saranno messi a disposizione di chi li richiederà (privati e scuole con indirizzo musicale), per consentire lo studio della musica anche a ragazzi e ragazze, la cui disabilità non consente l’uso di altri strumenti musicali. Gli esperti del team Emotion di AccordiAbili si occuperanno, poi, della formazione dei destinatari o dei loro docenti, con un percorso formativo che consenta loro di suonarlo o di insegnare a farlo, sfruttando tutte le sue potenzialità”. 

La terza fase, prevista per il 3 giugno prossimo, infine, consiste in in una manifestazione musicale che vedrà l’Orchestra dei “Piccoli Amici della Musica”, nata dal progetto di didattica strumentale in carico alla Bovio, interagire con l’AbilBand, band di ragazzi con disabilità, preparata dal M° Camillo Pace: si tratterà di un’imperdibile occasione di crescita per i bambini e ragazzi coinvolti, non solo tra i piccoli musicisti, ma anche tra chi assisterà. L’evento è aperto esclusivamente al personale scolastico del I circolo didattico. “G.Bovio”. «Ringraziamo quanti stanno rendendo possibile “MusicAbility” con il loro prezioso lavoro e le loro donazioni» conclude Brucoli.

sabato 14 Maggio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti