Cronaca

Report Asl, a Ruvo di Puglia registrati 109 casi positivi nella settimana 21-27 febbraio

La Redazione
Nel Barese calo di contagi: la "frenata" è pari al 21%, con un tasso d'incidenza che passa da 622.2 casi per 100mila abitanti della settimana precedente a 491.2
scrivi un commento 16

Nel Barese, continua la discesa dei contagi, graduale e costante. Nel monitoraggio della settimana 21-27 febbraio, la “frenata” è pari al 21%, con un tasso d’incidenza che passa da 622.2 casi per 100mila abitanti a 491.2. A Ruvo di Puglia, nello stesso periodo, si registrano 109 casi positivi (tasso di incidenza pari a 437.4 per 100mila abitanti) a fronte dei 153 registrati nella settimana precedente (tasso di incidenza 610). Si consideri, tuttavia, che le variazioni dei numeri dei casi e dei tassi settimanali, da un report all'altro, dipendono statisticamente dal continuo processo di consolidamento dei dati.

L’avvio della somministrazione del vaccino Novavax, in aggiunta agli altri già in uso, mette a disposizione della campagna vaccinale un ulteriore strumento per avvicinare alla vaccinazione le sacche residue di cittadini indecisi o esitanti ed aumentare ancora la protezione garantita alla popolazione. Nel complesso, sino a oggi sono stati somministrati 2 milioni 998.344 vaccini, di cui 1 milione e 120.854 prime dosi, 1 milione e 78.632 seconde e 798.687 terze dosi. A Ruvo di Puglia le dosi somministrate, in totale, sono 57.219; le prime dosi sono 21.199; le seconde dosi sono 20.088; le terze dosi sono 15.930; le quarte dosi sono due (la quarta dose è destinata alle persone immunocompromesse).

La copertura dei residenti dai 5 anni in poi guadagna un punto percentuale, passando al 92% (94% over 12) in tutta la provincia sia per la prima dose sia con ciclo completo. Particolarmente elevata la copertura raggiunta a Noci e Bitonto (94%) e nella città di Bari (93%) assieme ai comuni di Giovinazzo, Molfetta, Monopoli, Polignano, Putignano e Sammichele, tutti appaiati al 93% con prima dose nella vasta platea over 5. Parallelamente la protezione si consolida anche nel gruppo più ristretto degli over 12, i quali possono accedere alla dose “booster” dopo almeno quattro mesi dal completamento del ciclo primario. L’88% dei residenti di Bari e provincia ha ricevuto le tre dosi anti-Covid, con un’adesione più alta tra gli over 50 (95%) rispetto agli under 50 (80%). A Ruvo di Puglia su una popolazione residente over 12 vaccinabile (22.396) il 91% ha ricevuto la prima dose; il 90% ha completato il ciclo e ha ricevuto la dose booster.L’impegno continua, in particolare, su due platee di cittadini: i più piccoli e i più fragili. Alla fascia tra 5 e 11 anni sono state destinate sinora quasi 80mila somministrazioni (43.881 prime dosi e 36.044 seconde).

venerdì 4 Marzo 2022

(modifica il 17 Maggio 2022, 16:14)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti