Cronaca

I Carabinieri di Ruvo arrestano due persone per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio

La Redazione
Ieri, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione della diffusione di sostanze stupefacenti. Effettuati controlli su strada e perquisizioni domiciliari
scrivi un commento 84

I Militari della Stazione Carabinieri di Ruvo di Puglia, nel pomeriggio di ieri, hanno effettuato un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione della diffusione di sostanze stupefacenti. I militari dell’Arma hanno effettuato diversi controlli su strada, con perquisizioni personali e veicolari, nonché perquisizioni domiciliari. Durante le operazioni, nell'appartamento di un 23enne, già noto ai militari, in cui è stata trovata anche la compagna 19enne di quest’ultimo, sono stati rinvenuti oltre 543 grammi di marijuana, suddivisa in cinque buste e cinque panetti di hashish, per un totale di 500 grammi circa. Inoltre, nell’abitazione, oltre a diverso materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente, è stata rinvenuta la somma in contante di oltre 3.000 euro, considerata provento dell’illecita attività. Entrambi i giovani sono stati tratti in arresto con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e accompagnati, su disposizione del Pm di Trani che ha chiesto la convalida dell’arresto, nella casa circondariale di Trani. Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e l’arresto attende l’eventuale convalida del Gip presso il Tribunale di Bari, dopo l’interrogatorio e confronto con la difesa.

mercoledì 2 Marzo 2022

(modifica il 17 Maggio 2022, 16:14)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
anacleto
anacleto
2 mesi fa

che notizia deprimente: due ragazzini, 23 e 19 anni. due bambini, già alle prese con la giustizia e inguaiati praticamente da adesso e per sempre. che società stiamo costruendo? i genitori di questi ragazzi dove sono? dove sono stati? come può accadere oggi una cosa del genere? società troppo permissiva? poca repressione? diritto di genitorialità dato a chiunque? non saprei nemmeno io cosa pensare …

Giovanna Tatoli
Giovanna Tatoli
2 mesi fa

(2/2) carenza di personale e risorse tra le forze dell'ordine per prevenire piuttosto che contrastare. Fintantoché non ci sentiremo responsabili di ognuno di questi aspetti e colpevoli di non esserci impegnati al cambiamento, saremo complici. Tutti, nessuno escluso, tanto quanto i genitori di questi ragazzi.