Cronaca

Giornata della Memoria: al via iter per l’apposizione di pietre d’inciampo in memoria di due ruvesi

La Redazione
​Sono i partigiani Giovanni Marinelli e Michele Rossini, deceduti nei campi di concentramento nazisti. Le pietre saranno apposte nelle prossime settimane in città. Il sindaco Chieco: «Ci indicano strada da seguire»​
scrivi un commento 381

Il 27 gennaio, "Giornata della Memoria", verrà avviato dal Comune di Ruvo di Puglia l’iter per l’apposizione di due pietre d’inciampo in memoria di Giovanni Marinelli e Michele Rossini, cittadini ruvesi deceduti nei campi di concentramento nazisti. 

«L'idea di dedicare a due ruvesi morti nei campi di sterminio due pietre di inciampo, che saranno realizzate e apposte nelle prossime settimane nella nostra città – ha dichiarato il sindaco Pasquale Chieco –, ci consente di focalizzare l'attenzione in questa occasione anche sulla nostra storia locale. Marinelli era nato a Ruvo di Puglia nel 1922 e Rossini nel 1901: entrambi partigiani, furono catturati dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943. Il primo morì di malattia e stenti a Dachau nel 1945; il secondo a Mauthausen nei forni crematori nel 1944. La ricerca storica condotta dal nostro giovane concittadino Vincenzo Colaprice ci consentirà di restituire, a partire da questo momento, visibilità a due ruvesi che ci indicano ancora oggi la strada da seguire tenacemente e senza mai distrarci».

mercoledì 26 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti