Politica

Ritorno a scuola, Paparella e Summo (FdI): «Si attivi immediato e preventivo screening di massa»

La Redazione
​​I Consiglieri comunali, inoltre, chiedono al sindaco Chieco che sia garantita a tutta la popolazione scolastica, di ogni ordine e grado, la disponibilità di mascherine Ffp2
scrivi un commento 660

I consiglieri comunali Piero Paparella e Simona Summo (Fratelli d'Italia), in una nota, chiedono al sindaco Pasquale Chieco di attivare, con urgenza, uno screening di massa antiCovid su bambini e ragazzi che frequentano le scuole di ogni ordine e grado a Ruvo di Puglia. Domani, infatti, si ritornerà sui banchi di scuola, nonostante i Presidenti delle Regioni, tra cui Michele Emiliano, abbiano chiesto al Governo di posticipare il rientro, per avere il tempo di completare il ciclo di vaccinazioni per la fascia di età 5-11 anni. Ma sul punto, Roma è stata irremovibile. 

«Atteso che, purtroppo, anche nella nostra città, in questi giorni, i contagi da Covid-19 sono in forte aumento – scrivono i Consiglieri – e stante la definitiva decisione assunta in queste ore sia del Governo nazionale che regionale di confermare la riapertura delle scuole il 10 gennaio 2022, siamo qui a proporLe di attivare con ogni urgenza, di concerto con la Direzione Generale della Asl, un immediato e preventivo screening di massa di tutta la popolazione scolastica ruvese, dall’asilo alle medie. L’idea di sottoporre a tampone gratuito tutta la popolazione scolastica che su base volontaria deciderà di aderire a tale iniziativa è stata in queste ore già organizzata e collaudata da diverse Amministrazioni comunali su scala nazionale. Abbiamo inteso proporre a Lei l’attivazione di tale iniziativa per tentare di offrire la possibilità a tutte le famiglie di far rientrare in classe i propri figli con un minimo di sicurezza in più e per provare ad allontanare il più possibile il rischio immediato ed esteso della didattica a distanza, che vedrebbe così ulteriormente penalizzate sia le attività scolastiche che le esigenze lavorative delle famiglie. Le chiediamo, inoltre, di attivarsi con ogni urgenza presso i competenti organi per garantire a tutta la popolazione scolastica, di ogni ordine e grado della nostra città, la disponibilità di mascherine Ffp2, in luogo di quelle “chirurgiche” (chiamiamole così) consegnate fino a oggi ai nostri studenti».

domenica 9 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Pino  Rana
Pino Rana
4 mesi fa

Bravi consiglieri Paparella e Summo ! Lodevole iniziativa a tutela degli studenti e delle famiglie !

Filipponio
Filipponio
4 mesi fa

Ma non possiamo semplicemente tenere le scuole ancora chiuse per un po’?

Andrea serra
Andrea serra
4 mesi fa

Buonasera, i contagi non prevengono assolutamente delle scuole non diciamo cavolate, i contagi vengono fuori dalla scuola. Se dobbiamo chiudere le scuole dobbiamo chiudere tutto, no soltanto le scuole che molto più sicura di tutto. Le scuole devono restare aperte perché si rispettano le norme. Nei bar e ristoranti non vedo che si rispettino le distanze e la mascherina. Non sono assolutamente le scuole.

PS. Vogliamo scuole in presenza, con la DAD non IMPARIAMO NIENTE.

Rosanna Prisco
Rosanna Prisco
4 mesi fa

Tutti mio Dio chiudete le scuole!!!! Avete fatto i porci comodi sti mesi ora rompete!!! Poi teneteli a casa sempre …. niente sport , niente uscite con amici o altro se proprio lì volete proteggere