Attualità

Troppi dati da inserire per le vaccinazioni, ritardi nell’invio dei green pass

La Redazione
«In effetti c'è un ritardo generalizzato, derivante dal sovraccarico di dati dovuto alle somministrazioni di questi giorni, che però si sta smaltendo» assicurano dall'ufficio stampa della Asl Bari
scrivi un commento 738

Troppi dati da inserire e il green pass tarda ad arrivare. L'ultimo effetto collaterale della quarta ondata di Covid riguarda la certificazione verde, ora più che mai necessaria per continuare ad accedere a numerosi servizi e per poter avere una vita sociale nonostante la pandemia. Sta infatti accadendo a tanti cittadini vaccinati, dalla fine di dicembre in poi, di non aver ricevuto sul proprio smartphone l'agognato green pass. Normalmente dalla sommistrazione del vaccino all'invio del codice – che avviene tramite sms oppure mediante l'app Io – passano poche ore o, al massimo, un paio di giorni.

Numerose testimonianze provenienti da persone vaccinate nell'hub di Ruvo denunciano invece la mancata ricezione della certificazione verde anche a distanza di oltre una settimana. «In effetti c’è un ritardo generalizzato, derivante dal sovraccarico di dati dovuto alle somministrazioni di questi giorni, che però si sta smaltendo» assicurano dall'ufficio stampa della Asl Bari. Una situazione simile a quella per l'esito dei tamponi che in tutta la regione hanno visto allungare di molto i tempi di consegna. Dall'azienda sanitaria fanno sapere che chi non ha ricevuto il green pass lo riceverà comunque a breve, senza dover procedere con ulteriori richieste.

sabato 8 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Isa Ruggiero
Isa Ruggiero
7 mesi fa

Dobbiamo ancora aspettare dopo 10 giorni? A chi mi devo rivolgere per avere il green pass?