Cronaca

Contrasto al disagio abitativo, la Giunta vara importante intervento: resi disponibili 429.000 euro

La Redazione
Sono state approvate due delibere: una riguarda il contributo ordinario canoni di locazione anno 2020 con fondi della Regione e cofinanziamento comunale; l'altra l'impiego di 300.000 euro provenienti dal Decreto Sostegni–bis
scrivi un commento 178

Nella giornata di ieri, 29 dicembre, la Giunta comunale ha approvato un importante piano di interventi per il contrasto al disagio abitativo, problema sociale tra i più sentiti, che la pandemia ha ampliato e reso ancora più grave. Su proposta dell'assessore al Benessere e alla Giustizia Sociale Nico Curci, sono state approvate due delibere che mettono a disposizione delle famiglie in condizione di disagio abitativo una somma per complessivi 429.000 euro. 

La prima delibera riguarda il contributo ordinario canoni di locazione anno 2020 con fondi della Regione, che quest'anno raggiunge complessivamente, sin dalla prima dotazione, i 129.000 euro. Una somma rilevante a cui il Comune partecipa con un cofinanziamento di 21.000 euro, cifra questa che consentirà l'ottenimento di un’ulteriore premialità nei prossimi mesi. Ai contributi potranno accedere famiglie con un reddito complessivo fino a 15.250. Gli avvisi saranno pubblicati nel mese di gennaio. La seconda delibera riguarda invece l’impiego di 300.000 euro provenienti dal Decreto Sostegni –bis. I fondi saranno utilizzati per interventi di sostegno per le famiglie che versano in situazioni di necessità economica derivante dall’emergenza epidemiologica da virus Covid-19: 130.000 euro sono destinati  al pagamento dei fitti e delle utenze domestiche nell’anno 2021; 100.000 euro serviranno al reperimento di alloggi da libero mercato anche con un supporto per le spese di intermediazione immobiliare e di garanzia (un provvedimento dettagliato verrà presentato prossimamente); 70.000 euro, infine, andranno a incrementare il fondo delle agevolazioni Tari.

Il sindaco Pasquale Chieco e l’assessore Nico Curci hanno commentato il duplice provvedimento con una dichiarazione congiunta: «Obiettivo di questa Amministrazione – hanno detto –  è quello di aggredire il problema estremamente diffuso del disagio abitativo con una serie di interventi, anche innovativi, che ci consentano di essere concretamente vicini ai nostri concittadini in difficoltà. Dopo avere messo in campo 120.000 euro per buoni alimentari e buoni abbigliamento, ora destiniamo risorse molto rilevanti alla questione casa. Nel nostro programma elettorale, a pagina 19, avevamo scritto che ci saremmo impegnati ad  "avviare un percorso di interlocuzione e collaborazione con i privati proprietari, anche (con) politiche e azioni promozionali e di vantaggio, al fine di giungere all’utilizzazione (di alloggi sfitti) con l’obiettivo di attuare, in favore dei cittadini con meno risorse e dei più giovani, i diritti all’abitazione e alla casa riconosciuti dalla Costituzione e dalla Dichiarazione universale dei diritti umani". Questo intervento per noi è solo l'inizio; il nostro obiettivo è  recuperare le tante case vuote che ci sono in città, particolarmente nel centro storico, e metterle a disposizione di chi ne ha bisogno e aiutare le giovani famiglie a trovare il prima possibile stabilità e serenità».

giovedì 30 Dicembre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti