Cultura

Il giornalista Schuchmann innamorato di Ruvo di Puglia: galeotta “La Banda” di Pino Minafra

La Redazione
Manfred Schuchmann​ del Deutschland Funk ha conosciuto la città grazie al doppio cd e ha realizzato un reportage sulla città con un focus sulle bande, il Talos Festival, la storia e l'enogastronomia​
scrivi un commento 482

Verso la fine degli anni Novanta, il giornalista tedesco Manfred Schuchmann si imbatté nel doppio cd La Banda (Enja Records) di cui fu promotore Pino Minafra, trombettista e fondatore nonché direttore artistico del Talos Festival. Una parte era dedicata a estratti d’opera (Verdi, Rossini, Puccini e altri musicisti) mentre l’altra vedeva un innovativo repertorio basato su composizioni di Michel Godard, Willem Breuker, Bruno Tommaso (sua la celebre Sacra Romana Rota, dedicata a Nino Rota).

«Manfred non conosceva Ruvo di Puglia – racconta Minafra -, anche se amava l’Italia. Da quel giorno nel suo orizzonte la nostra cittadina prese sembianza». Recentemente è stato a Ruvo di Puglia e ha incontrato lo stesso Minafra. Manfred lavora per Deutschland Funk e ha voluto conoscere approfonditamente Ruvo di Puglia attraverso le Bande, il Talos Festival, la gastronomia e la storia. «Inevitabile il passaggio dal Museo Nazionale Jatta che, nonostante sia chiuso per lavori, ha aperto eccezionalmente le sue porte, previa straordinaria e formale richiesta congiunta da parte di Minafra e Schuchmann. A fare gli onori di casa la signora Rosamaria Faenza Jatta. Il giornalista ha anche intervistato Claudia Lucchese, direttrice del Museo Jatta. Di seguito il link alla prima parte del reportage, che sarà condiviso anche in radio (http://www.mediastoria.de/audio/museo-jatta/museo-jatta.html). «Ancora una volta Ruvo di Puglia si dimostra all’altezza degli echi europei, quando investe sulle sue tradizioni più autentiche» conclude Minafra.

 

 

sabato 18 Dicembre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti