Politica

Sicurezza ed efficienza al PalaColombo: denunciate criticità. Rutigliani: «Si verifichi con urgenza»

La Redazione
​La consigliera comunale Mariatiziana Rutigliani (Forza Italia) invita l'Amministrazione, l'Area di riferimento e il gestore del Palazzetto dello Sport in viale Colombo a effettuare i controlli
scrivi un commento 203

Saranno oggetto di discussione nei preliminari del prossimo Consiglio comunale «nonché di ulteriori iniziative che ci si riserva di avviare» le criticità in tema di sicurezza e di efficienza energetica nel Palazzetto dello Sport di viale Colombo, sottolineate e denunciate dalla consigliera comunale e capogruppo di Forza Italia Mariatiziana Rutigliani. La Consigliera sollecita, infatti, l'Amministrazione e l’Area di riferimento oltre che il gestore dell’impianto a provvedere con sollecitudine alla verifica di quanto rilevato e denunciato in una comunicazione urgente. 

«Premesso  – si legge nella nota – che:  con determina n.255 del 22.09.2019 si approvava il Progetto Esecutivo relativo a “Interventi di adeguamento e messa a norma degli impianti tecnologici e di riqualificazione energetica del Palasport di Viale Colombo”, progetto redatto da professionisti esterni giusta Det. n. 188/2019 e personale tecnico dell’Area 8; che con medesima determinazione si stabiliva di fronteggiare la somma necessitante per l’intervento de quo pari a complessivi € 600.000,00 mediante mutuo concesso dall’ Istituto di Credito Sportivo di Roma, accertandola al cap. 630 del Bilancio 2019, epigrafato “Mutuo per adeguamento impiantistico strutture sportive”, P.d.c. 6.03.01.04.001 ed impegnando la medesima somma al cap. 7825 del Bilancio 2019, epigrafato “adeguamento impiantistico strutture sportive. che con determinazione n.89/2021 del 23.04.2021 si prevedevano “Lavori supplementari degli interventi di adeguamento e messa a norma degli impianti tecnologici e di riqualificazione energetica del palazzetto dello sport di viale c. Colombo e che la somma complessivamente spesa ammonta circa 700 mila euro si evidenzia quanto appresso: con pec del 7 luglio 2020 inviata nella precedente consiliatura la sottoscritta e i consiglieri Paparella Antonello e Saulle Orazio chiedevano di poter avere accesso ai seguenti atti:elaborati afferenti i lavori supplementari giusta determinazione n.185/2020 relativa a “Interventi di adeguamento e messa a norma degli impianti tecnologici e di riqualificazione energetica del Palasport di viale Colombo". – Approvazione ed affidamento dei lavori supplementari -, acquisiti al protocollo comunale n. 13510/2020 del 22/06/2020 e costituiti nel dettaglio dalle seguenti tavole: • Tav. RT Relazione Generale • Tav. CSA Capitolato Speciale di Appalto • Tav. QE Quadro Economico • Tav. CME Computo Metrico Estimativo • Tav. EPU Elenco Prezzi Unitari • Tav. ANP Analisi Nuovi Prezzi • Tav. PM Piano di Manutenzione • Tav. SC Schema di Contratto • Tav. IM01 Impianti – pianta piano terra • Tav. IM02 Impianti – pianta primo piano • Tav. OE01 Opere edili – pianta piano terra • Tav. OE02 Opere Edili – pianta piano primo • Tav. OE03 Opere Edili – pianta copertura oltre che di ispezionare i luoghi e verificare l’ottenimento dell’agibilità del sito. Atteso il mancato accesso si provvedeva a denunciare l’accaduto all’ Ispettorato per la funzione Pubblica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e con nota del 3/11/2020 gli uffici dell’area 8 comunicavano, in risposta alla diffida del Ministero, che quella ed altre richieste di accesso erano pronte in copia presso gli uffici cosa che poi di fatto non corrispondeva atteso che in spregio alle prerogative concesse ai consiglieri comunali nessuna copia era disponibile per il ritiro e la richiesta è rimasta priva di riscontro dopo oltre un anno! Successivamente, a seguito di ulteriore sollecitazione in Consiglio comunale si riceveva pec dall’assessora al ramo (Monica Filograno, ndr) del seguente tenore: "A proposito di quanto chiesto in Consiglio comunale circa il Palazzetto dello Sport di Ruvo di Puglia dove domenica 29 novembre si è giocata la prima partita di campionato di basket serie B a porte chiuse e sono emerse problematiche tecniche segnalate anche da un portale locale, nonché sui canali social della società sportiva, sentito l'Ufficio Tecnico Comunale, posso precisare quanto segue: – I lavori di rifacimento dell’impermeabilizzazione della copertura in legno sono già stati programmati. Purtroppo l'impresa che doveva realizzarli ha avuto seri problemi di personale causa covid ed è in ritardo. Siamo comunque abbastanza convinti di potere fare partire anche questa lavorazione in tempi brevi; – circa la temperatura fredda, avvertita come “gelo” anche a causa dalla assenza del pubblico sugli spalti, informo che gli impianti di condizionamento aria caldo e freddo sono completi e funzionanti; il problema in questo caso nasce dai tempi lunghi impiegati dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici di Bari a rilasciare parere favorevole per gli scavi necessari alla società distributrice del gas per effettuare i lavori essenziali al potenziamento dell’erogazione. I lavori sono ora conclusi ed il contratto con la società fornitrice del gas è stato firmato. L’allaccio è atteso in tempi brevi. Con l'occasione vorrei però precisare che: – i lavori di messa a norma degli impianti e l’adeguamento degli spogliatoi del Palazzetto realizzati nei mesi scorsi avevano l'obiettivo di ottenere l’agibilità della struttura, di consentirne l'omologazione e di ottenere l’idoneità a ospitare partite di serie B; – l'obiettivo è stato raggiunto con tanto di ok della commissione di vigilanza per i pubblici spettacoli, come in apposito verbale dichiara il nulla osta all'ottenimento dell'agibilità; – il Palazzetto di via Colombo è dunque a norma e pertanto può ospitare i campionati nazionali e la società Talos Basket può giocare la serie B a Ruvo senza dover chiedere ospitalità altrove". Tanto premesso si evidenzia quanto segue: 1) a oggi a coloro che utilizzano la struttura viene richiesto per riscaldare gli ambienti di dotare le docce e gli spogliatoi di “una stufetta” con l’unica accortezza di ricordarsi di spegnerla dopo l’uso. 2) Di recente sono stati accesi fumogeni durante una competizione sportiva senza che l’impianto antincendio sia entrato in funzione; 3) a seguito di blackout elettrico si è potuta verificare l’assenza totale di qualsivoglia illuminazione di emergenza o segnalazione di uscite luminose di emergenza. 4) Infine, la partita del settore giovanile di domenica 21 novembre è iniziata con diverso ritardo a causa dell’assenza di un defibrillatore in dotazione alla struttura verificata dagli arbitri di gara. Oltre a rappresentare fatti gravi che mettono a repentaglio la sicurezza degli avventori e degli atleti che utilizzano la struttura stessa, tutto quanto denunciato risulta essere stato oggetto degli “Interventi di adeguamento e messa a norma degli impianti tecnologici e di riqualificazione energetica del Palasport di viale Colombo"».

martedì 14 Dicembre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti