Spettacolo

Al Teatro Comunale la danza new butoh: al via il Festival “Miniature”. Il programma

La Redazione
Il Festival, promosso dall'associazione culturale per la diffusione della danza New Butoh e dal Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia e affidato alla direzione artistica di Mimma Di Vittorio, si svolgerà dal 10 al 12 dicembre
scrivi un commento 172

Con un programma e ospiti di respiro internazionale, si svolgerà dal 10 al 12 dicembre il Festival Miniature promosso dall’associazione culturale per la diffusione della danza New Butoh e dal Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia. Sarà proprio quest’ultimo la sede del festival di danza New Butoh, giunto ormai alla sua quarta edizione sotto la direzione artistica di Mimma Di Vittorio. Tre serate all’insegna del New Butoh®, disciplina ideata nel 2005 da Sayoko Onishi. E, mentre la New Butoh School continua nella sua opera di formazione, il Festival Miniature offre, dunque, esperimenti e artisti legati a questa forma di danza. Ad aprire il programma sarà, il 10 dicembre alle 20.30, la stessa Sayoko Onishi, ospite dal Giappone, con la performance manifesto “Primavera Siciliana”. Con regia e coreografie firmate dalla stessa Onishi ci sarà in scena la fondatrice del New Butoh, che indossa maschera e costume di Mity Manzella e danzerà sulla musica di Antonio Leto. La supervisione dello spettacolo è a cura di Hironobu Oikawa mentre le luci di Michelangelo Volpe. È proprio la Sicilia, dove per diversi anni la Onishi lavorerà come danzatrice, coreografa e insegnante, a contribuire fortemente alla riflessione, nascita e sviluppo del suo New Butoh®. La ricchezza storica della Sicilia, dalle influenze fenicie a quelle greche fino alle arabe, spingeranno la Onishi a porre nuovi elementi nella narrazione Butoh. Le figure classiche del Butoh codificate da Tatsumi Hijikata e poi da Yukio Waguri vengono rielaborate con un’evoluzione in alcuni casi “site specific” e possono apparire nel nuovo stile insieme a zagare siciliane o figure mitologiche greche e non più giapponesi. Un gaki (demone giapponese) può anche credere di diventare una Venere, la rosa un cactus, un samurai Ares. In questo senso l’opera del 2006 Primavera Siciliana ne è, appunto, il manifesto. Primavera Siciliana ha vinto il Primo premio al Die Platze Contemporary Dance Festival a Tokyo nel 2006.

Il festival proseguirà l’11 dicembre, alle 20.30, con un ospite d’eccezione e di spicco nel panorama internazionale della danza. Il teatro di Ruvo di Puglia accoglierà, infatti, Giorgio Rossi, co–fondatore della Sosta Palmizi‚ sigla sotto la quale‚ in 30 anni‚ hanno lavorato oltre 400 danzatori e non che, via via,hanno trovato lavoro nelle maggiori compagnie di Teatro Danza italiane ed europee. Con i suoi spettacoli‚ oltre 30 produzioni, che hanno superato le 1.500 repliche, sta girando il mondo grazie all’universalità dell’arte poetica del movimento. Per la seconda serata di Miniature è previsto l’evento "Giorgio Rossi incontra Livio Minafra". È la prima volta che il danzatore incontra il pianista e compositore pugliese. Un’estemporanea che ricorda il duo con Michele Rabbia o Louis Sclavis, con regia di Giorgio Rossi e Livio Minafra, coreografie di Giorgio Rossi che ne sarà anche interprete, musica di Livio Minafra e luci di Michelangelo Volpe.

A chiudere la tre giorni di eventi sarà, il 12 dicembre, sempre alle 20.30, il  “New Butoh Lab” con i danzatori della New Butoh School e Livio Minafra al pianoforte  in un incontro fra Italia, Portorico, Francia e Giappone. Per la prima volta la Scuola di danza New Butoh, oramai al suo quinto appuntamento didattico, si apre in una restituzione. Improvvisazione, tecniche, strategie, stati d’animo, consapevolezze acquisite nella New Butoh School assieme al bagaglio personale di ciascuno comporranno questa speciale performance con ed intorno al musicista Livio Minafra. «Quella di Minafra ė una musica di scambio e contaminazione, ricca di echi orientali, di contenuti minimalistici, dai rimandi etnici, definirla jazzistica può starci ma per certi versi è definizione limitativa. Certo ė che l’improvvisazione, l’istantaneità ne rimangono le travi portanti» dice di lui il giornalista Amedeo FurfaroCompositore e pianista vincitore del prestigioso premio Top Jazz nel 2005, 2008 e 2011, Livio Minafra suona soprattutto in piano solo e ha al suo attivo numerose e importanti partecipazioni come pianista, compositore, arrangiatore e fisarmonicista. A 39 anni ha già suonato in tutti i continenti ed è docente di Pianoforte Jazz al Conservatorio Piccinni di Bari. Sulle sue musiche si esibirannoi danzatori allievi della New Butoh School con una coreografia composta e diretta da Sayoko Onishi con luci a cura di Michelangelo Volpe.

«Organizzare un festival è un’attività complessa. Artisti, risorse economiche, location, logistica, hotel, oltre ovviamente al fatto che ogni edizione di un festival deve poter mostrare un’anima, un progetto, un tema. Farlo in piena pandemia, con le regole che cambiano di mese in mese, rende sicuramente il percorso irto e imprevedibile. Ciononostante siamo qui, a pochi giorni dall’inizio del corso e del festival. In fondo le cose belle sono sempre una sfida da vincere – dichiara la direttrice artistica Mimma Di Vittorio -. Nel programma finalmente vedremo il manifesto del New Butoh, ovvero lo spettacolo che incarna questa disciplina, la Primavera Siciliana della Onishi. Poi il grande Giorgio Rossi della Compagnia Sosta Palmizi che incontrerà il genio imprevedibile di Livio Minafra. Infine la restituzione finale come risultato di questo laboratorio iniziato oramai 2 anni fa, nell’aprile 2019. Anche qui ci accompagnerà Livio Minafra che non suonerà il pianoforte ma oggetti di vario tipo, muovendosi sul palcoscenico assieme ai danzatori che entreranno ed usciranno dalla scena, come in un’arena, spinti e motivati dalla Onishi, per così dire… a bordo campo! Per il resto la Scuola va avanti e possiamo annunciare già delle date del prossimo appuntamento, questa volta con Yumiko Yoshioka dal 27 aprile al 1° maggio 2022, sempre nel Teatro Comunale di Ruvo di Puglia» Mimma Di Vittorio. Contemporaneamente al Festival Minature, si terrà anche il 4° Corso di Formazione New Butoh a cura di Sayoko Onishi con tema “La Presenza” dall’8 al 12 dicembre dalle 9.30 alle 16 .30.

Per maggiori info e prenotazioni rivolgersi ai contatti 080 360 3114 info@teatrocomunaleruvo.it. In merito al corso di Formazione New Butoh con Sayoko Onishi contattare l’organizzazione invece al numero 3498470846 o attraverso il sito www.newbutohschool.com

 

giovedì 9 Dicembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti