Cultura

“Voce al silenzio”, incontro di approfondimento e di arte contro la violenza sulle donne

La Redazione
A cura dell'associazione "Ruvo 2.0 - Ing. Salvatore Barile". ​Venerdì 10 dicembre, alle 20, nel salone della chiesa Santa Famiglia. Modera Alessia Di Terlizzi
scrivi un commento 114

Venerdì 10 dicembre, alle 20, nel salone della chiesa Santa Famiglia a Ruvo di Puglia, si terrà, a cura dell'associazione Ruvo 2.0-Ing. Salvatore Barile, "Voce al silenzio", un incontro pubblico di approfondimento, moderato da Alessia Di Terlizzi, e arricchito di performance artistiche, dedicato alla violenza sulle donne, tema delicato che «non può essere relegato a un solo giorno di denuncia» scrivono dall'associazione. Dopo i saluti di Michele Barile, presidente dell'associazione, interverranno Rebecca Nastro dell’associazione Gens Nova, testimone di esperienze di dolore; l'avvocata  Annalisa Lobascio che si soffermerà sulle varie forme di violenza, spesso molto più subdole e che, quindi, occorre imparare a riconoscere. Squarciare il velo del silenzio, della rassegnazione, della sofferenza è il messaggio che Daniela Raffaele Clitorosso intende comunicare con la sua opera "Silent’", su versi poetici di Cosima Abbinante e l’accompagnamento musicale di Vincenzo Anselmi. Le Lady Style della asd Hollywood Dance di Nino e Simona toccheranno le corde emotive più profonde attraverso il linguaggio della danza. Michele Pinto approfondirà il tema attraverso la proiezione della webserie sci-fi ‘’Bishonnen’’, dalla struttura narrativa poco didascalica che si offre a numerosi livelli di interpretazione, affidando agli spettatori il compito di ricostruire una storia incentrata proprio sul tema del femminicidio. A far da cornice l’esposizione scultorea di Fidelia Catalano, "Assenza", un sentimento fragile dell’essere che provoca la mancanza di comunicazione con gli altri, e la mostra fotografica "Costretta a indossare le spine" dell’associazione culturale fotografica Màdö. «Perchè le donne sanno lottare e sanno vincere. La strada è lunga, ma a fianco a loro rimarranno solo coloro che ne sapranno apprezzare la grandezza, la diversità e la fierezza. Rimarranno gli uomini che sapranno camminare con loro, fianco a fianco, mano nella mano, guardando verso un obiettivo comune, riuscendo ad apprezzare, di una rosa, la sua vellutata bellezza e le sue necessarie spine» dichiara Grazia Ippedico.

lunedì 6 Dicembre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti