Spettacolo

Il mistero della laguna e la luce del Sud: Livio Minafra incanta al Teatro La Fenice

Veronique Fracchiolla
Veronique Fracchiolla
​Il concerto "Piano e Loop station solo", nell'ambito del Venezia Jazz Festival, si è tenuto domenica scorsa, in una delle Sale Apollinee del celeberrimo Teatro veneziano
scrivi un commento 194

«Ha suonato della poesia con il pianoforte e la loop station che ci ha fatto viaggiare fra le sue dita, fra i canali della laguna, fino alla sua terra in Puglia.

Un concerto di semplici contrasti, perché come dice lui, il mezzoforte non gli appartiene, non lo ha ancora trovato ed è così che suona la sua musica».

Così scrivono dall'associazione Veneto Jazz sul concerto "Piano & Loop Station Solo" del polistrumentista Livio Minafra, domenica scorsa, in una delle Sale Apollinee del Teatro La Fenice, a Venezia, nell'ambito del Venezia Jazz Festival, organizzato dalla stessa associazione.

Il concerto in Veneto si inserisce nel Puglia Sounds Tour Italia.

Minafra ha omaggiato col suo pianoforte la città lagunare evocando lo sciabordio dell'acqua contro le gondole e le atmosfere misteriose delle calli; si è concesso il rock progressivo e ha accompagnato l'uditorio nelle calde atmosfere del Sud, evocate in "Sole-Luna". Con lui l'amata loop station su cui disse, tempo fa: «Vorrei avere dieci mani per fare quello che ho in mente: la loop mi aiuta a realizzarlo».

martedì 6 Luglio 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti