Attualità

Tornano visite e screening dell’iniziativa “Il tuo respiro in un soffio”

La Redazione
L'associazione "Salute e sicurezza" pronta a ripartire nell'organizzazione del progetto rivolto alla prevenzione primaria e alla sensibilizzazione delle patologie cardio-vascolari e respiratorie nei ragazzi in età evolutiva
scrivi un commento 199

Suona la campanella d’inizio per l’associazione “Salute e sicurezza“, pronta a ripartire nell’organizzazione della quarta edizione del progetto “Il tuo respiro in un soffio” rivolto alla prevenzione primaria e alla sensibilizzazione delle patologie cardio-vascolari e respiratorie nei ragazzi in età evolutiva, legate alle cattivi abitudini alimentari, all’obesità, ad uno stile di vita sedentario, all’inquinamento, alle droghe e al tabagismo.

Il progetto è rivolto a tutti i ragazzi delle prime classi degli istituti secondari di secondo grado di Corato e Ruvo di Puglia.

«L’educazione sanitaria deve iniziare negli istituti primari – spiega il presidente dell’associazione Salute e sicurezza, Roberto Mazzilli – perché modificando le abitudini sanitarie sin dalla più tenera età, si potrà migliorare in futuro la salute degli adulti e degli anziani. Pertanto gli investimenti di prevenzione ed educazione sanitaria in età prescolare potranno essere utili nel futuro con screening e iniziative divulgative a tutelare il benessere della collettività».

La presentazione del progetto “Il tuo respiro in un soffio“ si terranno lunedì 18 novembre alle 9 nel liceo classico Oriani e alle 10 nell’istituto Tandoi, martedì 19 alle 9 nell’Itet Tannoia e alle 10 nel liceo artistico Federico II. Nella cicostanza saranno comunicate le date d’inizio delle visite. Alla presentazione interverranno il direttore generale dell’azienda Corgom, Vito Scaringella, la dott.ssa Maria Ceglia, dirigente medico del reparto di cardiologia dell’ospedale di Corato e la dott.ssa Stella Sgaramella, sppecialista malattie dell’apparato respiratorio, dirigente medico del reparto di medicina e chirurgia di accettazione e d’urgenza dell’ospedale di Corato.

Le visite saranno effettuate dal personale specialistico dell’Umberto I e dal personale professionale qualificato della Onlus con screening cardiologici, pneumologici e spirometrie completamente gratuite che non comporteranno alcuna attività invasiva.

«Il progetto – precisa l’associazione – è realizzato grazie alla grande disponibilità della famiglia Scaringella azienda Corgom, sempre attenta al benessere fisico dei ragazzi creando punti di aggregazione e di condivisione per svolgere differenti attività fisiche utili al benessere fisico di tutta la collettività. L’azienda, inoltre, ha anche un altro impegno nei confronti delle generazioni future, la cura dell’ambiente, affinchè chi verrà dopo di noi possa abitare un pianeta sano e meno inquinato. L’associazione “Salute e sicurezza” ringrazia l’azienda Corgom per il grande impegno dimostrato nel sociale e la costante attenzione nei confronti della nostra comunità».

domenica 17 Novembre 2019

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti