Cultura

L’estate della Pro Loco tra arte e musica

La Redazione
​Venerdì pomeriggio speciale visita guidata nel cimitero monumentale a cura dell'architetto Giuseppe Caldarola; alle 19.30 nella piazzetta antistante l'Info Point​ concerto dell'ensemble di ottoni ​
scrivi un commento 294

La Pro Loco, in collaborazione con il Comune di Ruvo di Puglia, venerdì 2 agosto alle 17, al di fuori dall’orario di apertura al pubblico, promuove una speciale visita guidata nel cimitero monumentale a cura di Giuseppe Caldarola, architetto e dottore di ricerca presso lo Iuav di Venezia. Per l’occasione, saranno accessibili alcune cappelle nobiliari grazie alla particolare disponibilità delle rispettive famiglie e la fattiva cooperazione della Ruvo Servizi.

Sarà visitabile, ad esempio, quella della famiglia Incarnati, solitamente nascosta agli occhi degli avventori, per offrire la possibilità di godere degli ambienti museali in esclusiva e durante l’orario serale. La cappella Incarnati si presenta già al primo sguardo come una struttura molto particolare, infatti si tratta di una vera e propria scenografia, completamente scomponibile, arricchita da una commistione di forme eclettiche in un ambiente tanto piccolo quanto raccolto e intimo.

Fu commissionata nel 1906 da Angela Marinelli a seguito della morte del marito Olindo Incarnati e realizzata su progetto dell’ingegner Egidio Boccuzzi e costruita dall’impresa Caldarola edili. Ha pianta quadrangolare e si dispone su due livelli: aula superiore e cripta.È dalle architetture egizie che traggono ispirazione la forma a tronco di piramide del mausoleo e il sistema degli apparati decorativi, sia interni che esterni.

Tra gli elementi che più caratterizzano l’immagine dell’edificio, spiccano le due colonne monolitiche in pietra che inquadrano il portale, la cornice d’attico, le transenne delle finestre, e all’interno altre colonne che sorreggono la tomba a sarcofago terminanti in teste di sfingi.

L’obiettivo della speciale visita guidata è scoprire e ripercorrere un pezzo importante della storia della città: il cimitero non solo come luogo dedicato alla memoria di chi non c’è più, ma anche come scrigno di arte, storia e cultura: un vero e proprio museo a cielo aperto, ancora poco conosciuto dagli stessi ruvesi.

Sempre nell’ambito dell’iniziativa “Memorie in pietra e in musica”, dalle 19.30, nella piazzetta antistante l’Info Point, si potrà invece assistere al concerto a cura dell’associazione “Amici della musica”. L’Ensemble d’ottoni, coordinata dal maestro Michele Cantatore, coinvolgerà il pubblico con il suo repertorio di brani originali e altri del secolo scorso (e non solo) appositamente arrangiati. Sarà reso omaggio anche al compositore italiano Nino Rota (1911 – 1979), tra i più influenti e prolifici della storia, in occasione del 40esimo anniversario dalla sua scomparsa, con particolari arrangiamenti ed elaborazioni a cura del maestro Vincenzo Anselmi.

L’iniziativa rientra nell’ambito degli interventi a sostegno della qualificazione e del potenziamento del servizio degli Info-Point turistici dei comuni che aderiscono alla rete regionale, finanziati dall’Assessorato al Turismo della Regione Puglia per il Piano Strategico del turismo, in sinergia con l’Assessorato al Turismo della Città di Ruvo di Puglia, la Pro Loco e l’associazionismo locale.

Informazioni pratiche

La visita è gratuita e sarà consentita a un numero limitato di persone; la prenotazione è obbligatoria presso l’Info Point della Pro Loco in via Vittorio Veneto 44/48, telefonando allo 080.3628428 o allo 080.3615419 (tutti i giorni dalle 9 alle 23). Il punto di ritrovo è fissato 15 minuti prima dell’inizio della visita all’ingresso monumentale del civico cimitero.

mercoledì 31 Luglio 2019

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti