Cultura

Il liceo “Tedone” protagonista a CusMiBio

La Redazione
​Ornella Carnicella della IV B​ si è classificata 5a in Italia nella sua categoria e 1a a livello regionale; Giuseppe Bulzis, sempre della IV B, ha conseguito il 6° posto a livello regionale
scrivi un commento 246

Ornella Carnicella,
studentessa della IV B del liceo scientifico e linguistico “O. Tedone” di
Ruvo di Puglia è stata premiata nella sala Napoleonica dell’Università degli
Studi di Milano
, nell’ambito del concorso CusMiBio, sostenuto dal
Dipartimento di Scienze del Liceo e curato dai professori Giuseppe Acella,
Luigi Rossini, Grazia Santarella e Rita Vuolo, i quali hanno seguito la
formazione del Piano nazionale Lauree Scientifiche.

Si è classificata 5a in Italia nella sua categoria
e 1a a livello regionale, accedendo a uno dei 100 stage “Una settimana da
ricercatore”. Il progetto CusMiBio, come ha ricordato il rettore
dell’Università Elio Franzini, è nato nel 2004 nel capoluogo lombardo con lo
scopo di creare “ponti” tra il mondo universitario, in particolare il
campo della ricerca scientifica, e la scuola secondaria di secondo grado,
coinvolgendo nelle attività di laboratorio e di formazione docenti di scienze e
studenti delle scuole della regione.

In 15 anni il progetto si è diffuso su scala
nazionale, consapevole di dover adempiere alla triplice missione
dell’università: la didattica, la ricerca e la “terza missione”,
ovvero l’apertura e l’interazione con il territorio, il trasferimento della
conoscenza attraverso l’organizzazione di eventi, la divulgazione scientifica e
la formazione degli studenti e dei docenti di scienze. Le attività di
laboratorio del CusMiBio sono state seguite da più di 170mila studenti e ai
corsi di aggiornamento, formazione e conferenze hanno partecipato circa 1200
insegnanti. Attraverso il concorso, alcune Università italiane offrono agli
alunni più meritevoli stage gratuiti di una settimana per vivere esperienze di
laboratorio e divenire protagonisti di un apprendimento didattico attivo.

Ottimi i piazzamenti di altri studenti del “Tedone”,
tra cui Giuseppe Bulzis della IV B, che ha conseguito il 6° posto a
livello regionale accedendo, in tal modo, alla frequenza nel periodo estivo di
uno degli stage proposti dall’Università degli Studi di Aldo Moro, ottenendo
così la possibilità di orientarsi maggiormente verso il futuro.

Entusiasta la dirigente scolastica Domenica
Loiudice
, che da sempre ha sostenuto e valorizzato la cultura scientifica
nel “Tedone”, istituto di eccellenza che, grazie alla passione e alla
motivazione dei suoi docenti, rappresenta un punto di riferimento nel
territorio per una seria e adeguata formazione nell’ambito scientifico e
linguistico, con un connubio di competenze matematico-logiche, scientifiche e
linguistiche-espressive per assicurare ai propri studenti la possibilità di
giungere a scelte consapevoli e coerenti con capacità individuali, motivazioni
e aspirazioni di ciascuno.

martedì 2 Luglio 2019

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti