Whatsapp

Un cittadino denuncia «l’ennesimo sequestro sulla tratta Bari nord»

La redazione
«A metà della tratta, il treno partito da Terlizzi in direzione Ruvo alle 7.51 si è fermato senza che nessuno abbia avvertito i viaggiatori sui motivi e sul protrarsi della situazione»
scrivi un commento 759

La mail è giunta questa mattina presto in redazione, da parte di un cittadino che denuncia «l’ennesimo sequestro, insieme ad altri viaggiatori, sulla tratta Bari nord».

Il treno in questione è quello partito da Terlizzi in direzione Ruvo alle 7.51. Nonostante l’iniziale puntualità, «a metà della tratta – ci racconta il signor Paolo – si è fermato senza che nessuno abbia avvertito i viaggiatori sui motivi e sul protrarsi della situazione.

Mi sono recato – prosegue il racconto – presso la cabina di guida e mi ha risposto un controllore, che non era passata per la vidimazione dei biglietti né aveva usato l’interfono per informare i passeggeri di quanto stesse succedendo. Alla mia richiesta ha risposto “motivi tecnici con la stazione di Ruvo”, richiudendo la porta e lasciandomi come se stessi rompendo le scatole.

Arrivati a Ruvo, ho chiesto del capostazione, alla presenza di altre persone, tra cui il controllore di cui sopra, le motivazioni del ritardo, in modo anche agitato. Dal mio intendere pareva esserci discordanza tra le informazioni date dal capostazione e quelle del controllore».

Il lettore, molto probabilmente stufo dei continui disagi, scrive di voler informare del fatto «la Procura della Reppubblica, anche perché non si tratta di un episodio isolato, ma quasi di quotidianità».

E aggiunge, rivolto a Ferrotramviaria, «grazie per questo Natale di rabbia e frustrazione».

venerdì 21 Dicembre 2018

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti