Attualità

Lunedì l’inaugurazione della rotonda tra Corato e Ruvo

La Redazione
Interverranno Antonio Decaro, Giovanni Giannini, Michelangelo Cavone, Nicola Giorgino, Pasquale Chieco, Massimo Mazzilli e Francesco Spina
scrivi un commento 369

La strada provinciale 85 “Bisceglie alla Ruvo – Corato” ha un nuovo assetto, ormai da tempo e dopo mesi di “lavori in corso”. I cittadini la utilizzano ormai da tempo ma lunedì prossimo, 27 marzo, alle 11 sarà inaugurata ufficialmente.

Interverranno il sindaco metropolitano Antonio Decaro, l’assessore ai Trasporti della Regione Puglia, Giovanni Giannini, il consigliere metropolitano delegato alla viabilità, Michelangelo Cavone, il Presidente della Provincia Bat, Nicola Giorgino ed i Sindaci di Ruvo di Puglia, Pasquale Chieco, di Corato, Massimo Mazzilli, e di Bisceglie, Francesco Spina.

I lavori hanno riguardato l’allargamento della sezione stradale per circa 5 chilometri, la realizzazione di una rotatoria all’intersezione con la strada provinciale n. 2 “Ruvo-Corato” e di un’altra all’incrocio con la provinciale 23 “Molfetta-Corato”, in passato sede di numerosi incidenti.

La provinciale 85 è un’arteria importante del sistema viario locale su cui insiste un traffico consistente che si sposta in entrambi i sensi di marcia dai Comuni di Ruvo e Corato verso la statale 16 ed il Comune di Bisceglie. La stessa strada è interessata anche da un rilevante traffico di mezzi pesanti per la presenza di insediamenti produttivi e commerciali, oltre che attività agricole, ricreative e turistiche.

L’opera è stata finanziata per 4 milioni di euro dalla Regione Puglia (1° Programma di “Strada Facendo”) e per 400mila euro dalla Città metropolitana.

A completamento dei lavori sono state anche realizzate murature a secco lungo l’intero tratto ammodernato in sintonia con il contesto paesaggistico.

venerdì 24 Marzo 2017

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Marco
Marco
5 anni fa

Finalmente la rotonda su Via Corato.. Unica pecca, la pista ciclabile che nessun ciclista userà MAI. Non si è fatto altro che restringere le corsie tanto da costringere i grossi veicoli (autobus e autocarri) ad invadere, in uscita dalla rotonda, la corsia del senso di marcia opposto.