Politica

Intimidazione a Gemmato, Chieco: «A questi nemici dobbiamo opporre la determinazione nelle nostre azioni quotidiane»

La Redazione
«Lavorare insieme per contrastare nel modo più netto possibile chi sfregia la bellezza e la pulizia di un territorio sano e vivo»
scrivi un commento 272

«È successo ancora, è successo qui, in questo territorio: ancora un sindaco colpito nel suo lavoro quotidiano, ancora un sindaco oggetto di violenza (questa volta psicologica) per la sua attività amministrativa e per l’esercizio di un ruolo che ci porta ogni giorno a confrontarci direttamente con i problemi dei cittadini e con la gestione complessa di una città». Lo scrive Pasquale Chieco sul suo profilo facebook commentando l'intimidazione subìta ieri dal suo collega di Terlizzi Ninni Gemmato.

«Quello del sindaco è un mestiere bellissimo – prosegue nel suo post -, perché consente di dare, di lavorare per il bene comune, di servire la comunità che ami, ma da alcuni anni a questa parte lottiamo a mani nude e spesso da soli e senza difese contro nemici molto più forti di noi: la crisi sta esasperando tantissimi cittadini, interessi particolari e non sempre leciti cercano spazio per operare. A questi nemici dobbiamo, innanzitutto opporre la determinazione nelle nostre azioni quotidiane, senza compromessi, mostrandoci uniti e comminando insieme sulla stessa strada.

E proprio perché questi atti criminali devono trovare la condanna più ferma e unitaria possibile, esprimo a Ninni Gemmato tutta la mia solidarietà e dichiaro qui la mia disponibilità a lavorare insieme per contrastare nel modo più netto possibile chi sfregia la bellezza e la pulizia di un territorio sano e vivo», conclude Chieco.

mercoledì 8 Marzo 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti