Attualità

Avviso pubblico: «Chiediamo allo Stato di non lasciare soli gli amministratori locali»

La Redazione
Il vicepresidente Abbaticchio: «Fatti criminosi di questo tipo avvengono ormai con una frequenza quasi quotidiana a cui assistiamo preoccupati. Esprimiamo vicinanza e solidarietà a Pasquale Chieco e alla sua famiglia»
scrivi un commento 162

«L’incendio della casa di campagna del sindaco di Ruvo e l’esplosione di colpi di arma da fuoco contro i mezzi della polizia del Reparto mobile di San Severo sono solo gli ultimi due episodi di un’escalation di minacce e intimidazioni ripetute nei confronti di amministratori locali e funzionari pubblici pugliesi». Lo scrive in una nota Avviso pubblico, che riunisce enti locali e regioni nella formazione civile contro le mafie.

«Esprimiamo vicinanza e solidarietà a Pasquale Chieco e alla sua famiglia e al questore di San Severo Piernicola Silvis e a tutta l’amministrazione comunale – ha detto il vicepresidente dell'assocazione e sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio –. Fatti criminosi di questo tipo avvengono ormai con una frequenza quasi quotidiana a cui assistiamo preoccupati. Quanto sta accadendo in Puglia deve farci riflettere su come le organizzazioni criminali stiano cercando sempre di più di avere l’intero controllo del territorio. Per questo, come Avviso pubblico, chiediamo allo Stato di non lasciare soli gli amministratori locali che quotidianamente contrastano la criminalità organizzata e di avviare con urgenza azioni incisive e immediate per affrontare insieme questa emergenza».

«L’attenzione da parte del ministro dell'Interno Marco Minniti e l’ulteriore rinforzo del territorio con l’invio di altre unità e mezzi nel Comune di San Severo è molto importante ma non basta – ha aggiunto il coordinatore regionale Silvestro Delle Foglie, consigliere del Comune di Bari -. Resta fondamentale e imprescindibile un maggiore coordinamento tra prefetture, forze dell’ordine e sindaci».

Avviso Pubblico auspica infine che il Parlamento approvi nel più breve tempo possibile il disegno di legge sugli amministratori minacciati, fermo alla Camera dopo l’approvazione del Senato avvenuta lo scorso mese di giugno, per garantire maggiori forme di tutela.

martedì 7 Marzo 2017

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti