Cultura

Sabato appuntamento con gli “Amici della musica”

La Redazione
Una serata dedicata agli ottoni, con l'esibizione dell'ensemble dell'associazione diretta eccezionalmente dal maestro Alexandre Cerdà Belda
scrivi un commento 355

Gli "Amici della musica" propongono un nuovo appuntamento patrocinato dall'Assessorato alla Cultura, allo Sport e al Turismo del Comune di Ruvo di Puglia e in collaborazione con la parrocchia cattedrale.

Si tratta della prima di due serate dedicate a gruppi specifici di strumenti; questa volta toccherà agli Ottoni, con l'ensemble dell'associazione diretta eccezionalmente dal maestro Alexandre Cerdà Belda.

Il programma

Il programma prevede il "Te Deum" di Charpentier, "La grande porta di Kiev" di Mussorgsky, "Il fantasma dell'opera" di Lloyd Webber, "Moment for Morricone" di Morricone, "Toccata" dall'Orfeo di Monteverdi, "Lassus trombone" di Fillmore, "Mr. Jums" di Hazell, "New York New York" di Kander e "Gonna fly now" (Theme from "Rocky") di Conti.

L'ensemble

Trombe: Domenico Pellegrini, Lucia De Zio, Barbara Stragapede, Mauro Todisco e Vincenzo Valente.
Flicorno soprano: Cataldo Di Tommaso.
Corni: Giuseppe Bonserio e Roberto Ladisa.
Tromboni: Agostino Bonserio, Sergio Acquaviva, Giacomo Cosmai, Giuseppe de Gennar e Nicola Summo.
Euphonium: Salvatore Barile.
Tube: Michele Cantatore, Domenico Ciliberti e Angelo Coniglio.
Percussioni: Simone Salvatorelli e Michele Di Modugno.
Organo: Giuseppe Barile.

Il maestro Alexandre Cerdà Belda

Nel 1991, finiti gli studi di Tuba nel Conservatorio superiore di musica di Valencia, in Spagna, si trasferisce in Italia nella scuola di Fiesole, dove segue il corso di tuba e tecnica degli ottoni con Roger Bobo e partecipa a numerosi corsi di perfezionamento.

Svolge un'intensa attività solistica e di musica da camera in Italia e all'estero, suonando con gruppi come "I solist insieme", diretti dal maestro Sinopoli, "I virtuosi" di Santa Cecilia, diretti dal maestro Santi, "The David short ensemble" e "I cameristi" del San Carlo. Collabora con le Orchestre sinfoniche della Rai di Milano, Roma e Torino, "Verdi" di Milano, "Toscanini" di Parma, "Haydn" di Bolzano e con i teatri lirici di Cagliari, Maggio Musicale Fiorentino, Opera di Roma, Teatro alla Scala, San Carlo di Napoli, sotto la direzione di Delman,Oren, Muti, Sinopoli, Maazel e Gergiev.

Già docente di basso tuba nei conservatori "G. Verdi" di Torino e "S. Giacomantonio" di Cosenza, attualmente insegna al "G. Martucci" di Salerno. Ha pubblicato il metodo didattico "La tecnica della tuba-flessibilità" e il brano per tuba e pianoforte "Sueno" per le edizioni "Santabarbara".

Attivo anche nel campo della musica jazz e popolare, ha registrato numerosi cd e fatto parte di diverse big band, esibendosi a due edizioni di "Umbria jazz". Attualmente è membro dell'Orchestra jazz phartenopea di Pino Jodice e del "Giulio Martino quartetto acustico", con i quali nel 2016 ha registrato due live. Sempre nel 2016, si è laureato in Musica jazz nel Conservatorio "San Pietro a Majella" di Napoli.

Dal 2002 è docente di tuba e dirige l'ensemble di Ottoni dei corsi estivi di Agullent, in Spagna, e da settembre l'Orchestra di fiati del Maiori music festival, in provincia di Salerno. .

L'appuntamento, ad ingresso gratuito, è per sabato 4 marzo 2017 alle 19.30 in cattedrale. Presenta Alessandra Brucoli.

mercoledì 1 Marzo 2017

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti